Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Luglio - ore 18.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"I danni alla sanità spezzina prodotto della giunta Toti"

"I danni alla sanità spezzina prodotto della giunta Toti"

- Indegno scaricabarile sulle responsabilità della sanità Pubblica, che dovrebbe essere un bene da difendere
Mi hanno insegnato che la prima regola del comando è che ogni cosa è colpa tua…. Certo, non mi aspetto che chi comanda a livello amministrativo e politico (la Regione da tre anni, il Comune capoluogo di provincia da sei mesi) abbia la bacchetta magica e risolva problemi legati alla sanità ligure e spezzina in particolare in un batter d’occhio, anche perché è una verità che in questi anni c’è stata una forte razionalizzazione della spesa, ad iniziare dai tagli orizzontali del Ministro Tremonti, ma non posso neppure ascoltare sciocchezze come quelle ultimamente dette dall’assessore al welfare e sanità del Comune della Spezia Medusei, riguardo al fatto che le critiche di questi giorni sul funzionamento della ASL5 siano esclusivamente da imputare al rancore di chi non ha vinto le elezioni. Perché prima che iscritti o simpatizzanti a qualsivoglia partito politico, siamo cittadini, persone, con le proprie vulnerabilità ed esigenze, soprattutto sanitarie e la preoccupazione per il caos di questi ultimi tempi è non soltanto legittimo, ma doveroso portarlo alla luce per fare chiarezza.

Una chiarezza che evidentemente non c’è stata e a dirlo non sono i talebani dell’opposizione, ma chi è chiamato per legge a garantire la legittimità e il rispetto delle regole, in tutti gli organismi pubblici, i revisori dei conti della Asl e in questo caso pure la ex direttrice amministrativa, dottoressa Lodetti, la quale andandosene ha dichiarato che lei “non firma atti illegittimi” la questione dei titoli o meno della direttrice sanitaria dottoressa Banchero e ancora, la brutta vicenda del tentato demansionamento della responsabile della struttura ospedaliera, dottoressa Carlucci. Mettiamoci poi le varie incompiute, come lo stop dei lavori per il nuovo ospedale del Felettino (con la cancellazione del dea di secondo livello da parte della Regione) la “riconversione “dei reparti dell’ex Don Gnocchi di Sarzana, da centro oncologico a pseudo uffici amministrativi (con una scusa puerile, non passavano le barelle dalle porte...), il rifiuto di un hospice alla Spezia, il caos della cooperativa di trasporti interni con ambulanza, quello della multiservizi, mettiamoci poi progetti
avviati con la precedente giunta e rimasti al palo, tipo la gara per l’affidamento della Rsa Mazzini, la situazione disperata del Sert e salute mentale territoriale, la carenza di medici e infermieri, di posti letto, le liste d’attesa, ecc. potrei continuare per pagine intere. Ebbene, tutto questo è da imputare all’attuale giunta regionale, con l’appoggio della politica locale: ricordo che quando Toti si presentò candidato alle elezioni aveva promesso non solo di migliorare la sanità, ma di risolvere tutti i problemi. Ebbene, non mi risulta sia stato fatto, quindi di chi è la colpa? Qui non si tratta di difese d’ufficio ad esponenti della stessa corrente politica, ma di assumersi responsabilità nei confronti dei cittadini, soprattutto quelli più fragili e bisognosi di assistenza, adeguata e puntuale, altro che scaricare responsabilità su altri, questo lo ritengo indegno da parte di chi amministra.

Mauro Bornia
ex assessore sanità e welfare del Comune Della Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News