Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 21.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Filtrati come i tifosi in trasferta, calca sui marciapiedi. Eppure non si è mai vista così poca gente il primo maggio..."

`Filtrati come i tifosi in trasferta, calca sui marciapiedi. Eppure non si è mai vista così poca gente il primo maggio...`

- Vi ricordate la versione di Disney con Topolino apprendista stregone con il cappello blu a punta e le stelle? Venite alle Cinque Terre e vedrete la stessa scena, ma al posto di scope e secchielli qui abbiamo treni, turisti e residenti. E per quanto si provi ad aggiustare il disastro a “colpi di bacchetta magica”, le cose vanno di peggio in peggio.
Le cronache del fine settimana: gente bloccata fuori dalla stazione mentre i binari erano vuoti (vedi foto), persone arrivate sul binario e poi lasciate a terra per far partire il treno in orario. E i treni che man mano che si andava verso fine giornata accumulavano lo stesso sempre più ritardo. Nessun dubbio però da parte di Trenitalia che difende il nuovo sistema come "il migliore possibile".

E sono comparse le prime transenne mentre continuano le prova di forza da parte di (alcuni) addetti alla security palesemente fuori luogo, abituati a forse a filtrare i tifosi in trasferta oppure al semplice servizio di assistenza in situazioni di normale amministrazione. Sicuramente nessuno di loro ha mai pensato di poter essere mandato ad operare in una situazione di questo genere, in cui un'intera comunità, di residenti e non, è fatta oggetto di controllo, contingentamento, indirizzamento, incarrozzamento.

Nel frattempo una cosa positiva almeno è successa: si sono visti finalmente gli alti dirigenti di Trenitalia nelle stazioni delle Cinque Terre. Così almeno ora, dopo aver visto la realtà con i loro stessi occhi, potranno risolvere quella parte di problemi che sono competenza diretta loro e di RFI: potremo forse avere treni senza porte rotte, causa da soli di una gran parte dei ritardi, oppure con predellini adeguati ai marciapiedi, che rendano più agevole la salita e la discesa di coloro che hanno anche solo una minima di difficoltà a muoversi, obliteratrici anche sui binari, in modo da non causare intasamenti nei sottopassi, bagni, pensiline e tutti i servizi che ci si aspetta da un paese civile, oltre che da una meta turistica internazionale. Come chiediamo da anni, senza essere mai stati ascoltati.

Ma la decisione, con il progetto del CinqueTerreExpress, di istituire una dogana di accesso, con forze dell'ordine, transenne e gabelle in forma di biglietto da 4,00 euro, questa non è competenza di Trenitalia: la responsabilità e l'onere resta del committente primo: l'assessore Gianni Berrino e al suo apparato tecnico e politico, della Regione Liguria.
E dopo aver chiesto invano sino ad oggi l'intervento del Presidente Toti, non ci resta che sperare nell'intervento del grande stregone dalla veste e barba bianca che fermi questa follia e riporti tutto nell'ambito della normalità che un paese civile si merita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure