Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Luglio - ore 21.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Dare 500 euro a spettacolo non è rispettare la dignità artistica e pagare il valore delle proposte"

Con una lettera al giornale, la professoressa Anna Maria Monteverdi critica la scelta dell'amministrazione: "Il teatro è lavoro, non un hobby. In questi anni ci hanno propinato davvero cose indecenti. Il sindaco ci ripensi".

"Dare 500 euro a spettacolo non è rispettare la dignità artistica e pagare il valore delle proposte"

- Forse c’è un errore nel bando del Comune relativo alla proposta di pagare 500 euro a spettacolo per il periodo di Natale, 500 euro per ciascuna proposta per un ammontare totale di 5,500 euro. Errore o svista, ne siamo certi perché anche se in periodo di vacche magre, e anche se la nuova giunta Peracchini deve coprire buchi di bilancio della precedente amministrazione, non si deve arrivare così in basso. Bisogna rispettare la dignità artistica e pagare il valore delle proposte. Nessuna amministrazione pubblica deve offrire cifre così per un lavoro che richiede impegno, prove, concentrazione, costi vivi in termini di scenografia (sia pur effimera) e costumi, trucco, spostamenti, vitto e alloggio.

Perché il teatro è un lavoro, non un gioco, non un passatempo. Certamente a quel prezzo o anche meno troverete molti saltimbanchi, gonfiatori di palloncini, filodrammatiche di paese, teatro dialettale oppure compagnie di scarto: la qualità è una cosa seria specie per il teatro ragazzi, specie per spettacoli in aree urbane e la qualità ha un prezzo. In questi anni ci hanno propinato davvero cose indecenti. Ci sono stati dibattiti nazionali dedicati a questo increscioso aumento di proposte da fame per i teatranti a cui ho assistito, e la critica è unanime nel condannare queste pratiche della pubblica amministrazione (non è solo Spezia a farlo). Si è chiesto in più di un’occasione agli artisti di non accettare proposte al di sotto di una certa soglia. Il mio suggerimento al sindaco è quello di correggere questo bando: basta selezionare meno progetti (per esempio 6 al posto di 11), dando agli artisti un prezzo più dignitoso.

Anna Monteverdi
Ricercatrice di Storia del Teatro
Università Statale di Milano

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News