Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 22.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Chiusura Fisioterapia sarebbe una vergogna. Così si calpesta il futuro"

"Chiusura Fisioterapia sarebbe una vergogna. Così si calpesta il futuro"

- Siamo ragazzi, buona parte di noi neodiplomati, abbiamo superato l’esame di maturità; altri compagni sono venuti qui dopo aver percorso altre strade, altri studi che si sono dimostrati “sbagliati”, altri ancora hanno tenuto duro perdendo anche diversi anni pur di riuscire a entrare in questo Corso di Laurea in Fisioterapia e realizzare il proprio sogno.
Siamo ragazzi e rappresentiamo il futuro a detta di molti, rappresentiamo le speranze dei nostri genitori e anche dei nostri nonni. Siamo ragazzi figli di periodi duri e difficili e molti di noi sperano di concludere gli studi nell’arco dei 3 anni per poter lavorare, perché sì, questo è uno dei pochi corsi che garantisce un lavoro, e un bel lavoro! perché sì, non sono tante le famiglie che si possono permettere figli che studiano: tasse costose, libri costosi, abbonamenti ferroviari e bus. Purtroppo non tutti gli studenti hanno l’opportunità di spostarsi per motivi economici e familiari e la presenza di questo polo ha dato e darebbe ancora a molte persone la possibilità di studiare e formarsi professionalmente.
Non è da sottovalutare inoltre la posizione strategica del polo di La Spezia, crocevia importante tra l’estremo levante ligure, Toscana ed Emilia Romagna. Privando il nostro territorio di questa struttura si andrebbe inevitabilmente a ridurre le opportunità formative e lavorative a giovani spezzini e non solo, senza considerare la grande perdita che la provincia subirebbe. La chiusura di questo polo didattico è una vergogna, significherebbe mettere indietro le lancette dell’orologio, calpestare il diritto ad avere un futuro, e volere una selezione, non per le conoscenze, ma per le possibilità economiche.
Significherebbe inoltre non rispettare il valore, la storia e l’esperienza che contraddistinguono i quarantadue lunghi anni di attività di questa “scuola” che ha dato la possibilità a tantissimi ragazzi e ragazze di diventare validi professionisti in ambito sanitario.
E noi, in quanto studenti di questo polo, ci sentiamo di dire che non è soltanto un luogo di formazione professionale ma anche umana, proprio grazie all’intimo rapporto che si viene a creare tra docenti e studenti e per questo motivo andrebbe ancor più valorizzato. Non dimentichiamoci infatti che gli operatori sanitari e in particolare noi, futuri fisioterapisti, saremo prima di tutto figure profondamente inserite nel contesto sociale, in cui le relazioni umane meritano di essere coltivate e preservate, e mai questo aspetto dovrebbe divenire oggetto di risparmio economico.

Gli studenti del CdL di fisioterapia
Polo della Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News