Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Ottobre - ore 17.21

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Barca incagliata nel Magra, senza dragaggio diportisti vanno via"

La lettera di un diportista.

"Barca incagliata nel Magra, senza dragaggio diportisti vanno via"

- Lettera recapitata anche a Regione Liguria, Comune di Ameglia e Parco di Montermarcello, Magra e Vara.

La presente per segnalare le condizioni in cui si trova il letto del Fiume Magra. Sono un privato cittadino residente a Marinella di Sarzana, proprietario di un natante di 7 metri, ormeggiato nel Comune di Ameglia in località Fiumaretta.
Nel corso della giornata di Sabato 19 maggio scorso, rientrando presso l’ormeggio, ho dovuto
constatare a malincuore il mancato dragaggio del letto del fiume Magra. Il natante di cui sopra (che, si badi, ha un pescaggio molto contenuto, nei limiti dei 50 cm circa) si è improvvisamente incagliato in un punto del fiume solitamente navigabile. Dovendo necessariamente scendere dall’imbarcazione per disincagliarla, avevo modo di attestare come il livello dell'acqua superasse di poco l’altezza delle ginocchia.

Ritenete opportuno consentire l’ormeggio ai natanti, considerata la profondità del Fiume Magra? Diportisti come il sottoscritto sostengono annualmente l’economia locale sia attraverso il pagamento dei costi diretti che attraverso l’indotto. Tuttavia il rischio di causare danni ingenti all’imbarcazione determinati dal mancato dragaggio del fiume scoraggerebbe chiunque dal prolungare o rinnovare la presenza in loco.
Per mera fortuna non ci sono stati danni in questa incresciosa occasione ma non ci si può non
chiedere chi sarebbe il responsabile di un eventuale danno causato dallo stato del fiume, del suo letto o fondale.

Gli operatori economici del settore come porticcioli, banchine ed ormeggiatori, a quanto mi risulta, pagano periodiche e consistenti concessioni demaniali e sarebbe scontato ritenere che, almeno in parte, queste risorse fossero destinate anche alla manutenzione del letto del fiume attraverso gli opportuni dragaggi che consentano alle imbarcazioni di transitare senza rischi.

A questo punto, data la stagione ormai iniziata, non posso non chiedere: quali provvedimenti e/o interventi la Pubblica Amministrazione intende porre in essere per mettere in sicurezza il letto del fiume Magra e gli utenti che vi transitano? Con quali tempistiche?
In caso di mancato intervento, al fine di garantire la sicurezza mia, dei passeggeri e dell’imbarcazione mi vedrò costretto a puntare la prua verso Marina di Carrara dove tali problemi e rischi non sussistono.

(foto relativa all'episodio di sabato 19 maggio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News