Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 15 Settembre - ore 08.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Bando per l'infermiere di famiglia è un grande risultato"

di Opi La Spezia

cure
"Bando per l'infermiere di famiglia è un grande risultato"

- Nei giorni scorsi Alisa ha inviato alle quattro sedi provinciali degli OPI regionali (Ordini delle professioni infermieristiche della Liguria) il bando del Master in Assistenza infermieristica di Famiglia e di Comunità, attivato presso la università di Genova, come già annunciato dall'assessore Viale a inizio estate.

Si tratta della conclusione di un percorso iniziato già da qualche anno, che ha visto gli Ordini degli infermieri liguri insistere molto sia sulla costruzione di questo professionista specializzato, sia sulla sua applicazione pratica e concreta a vantaggio dei malati cronici e
fragili.

Abbiamo già pubblicato molto materiale intorno a questa necessità, e non vogliamo assolutamente essere ripetitivi: citiamo spesso, e pensiamo con giusta ragione, la esperienza friulana che -da inizio XXI secolo- ha sperimentato questa figura ora in fase di ''costruzione ufficiale'' in Regione Liguria.
La presenza dell'infermiere di famiglia ha perfino ridotto gli accessi ''impropri'' o, per così dire, ''non necessari'' ai pronto soccorsi delle Aziende di Latisana e Palmanova fino al 19%!

Un dato logico, facilmente spiegabile con la ''presa in carico'' che questa figura può fare con grande efficacia, nel quotidiano agire presso il domicilio dei malati.Quindi, attenzione, non si tratta della già attivata azione di assistenza domiciliare, ma di un passo successivo, legato a situazioni di cronica fragilità dei soggetti.
Fragilità come dato molto diffuso in Liguria, soprattutto alla luce dei rilievi statistici pubblicati pochissimi giorni fa, che vedono la nostra Regione al primo posto come ''indice di vecchiaia'' nazionale.

E' altrettanto logico, ma sentiamo il bisogno di dirlo per evitare equivoci fra i non esperti: l'infermiere di famiglia ovviamente non sostituisce il medico di medicina generale, ma la presa in carico permette di ''accorciare'' la eventuale attivazione urgente del medico stesso, o favorisce la corretta rispondenza alle prescrizioni terapeutiche.
Queste ultime, su malati fragili e spesso privi di appoggi familiari, sono poco rispettate, al punto che il Ministero della Salute ha emanato nell'aprile 2015 una Raccomandazione Ministeriale (la n° 17) dedicata proprio a questo problema.

Quindi, l'arrivo di questa figura, già sperimentata nella nostra Regione con grande efficacia in Val Trebbia, può solo aumentare l'autonomia dele persone con patologie croniche o, più generalmente, fragili. L'Università di Genova farà partire il Master con almeno 15 domande e,
se le stesse saranno oltre le 50, provvederà a una selezione, come riporta lo stesso bando che indica la scadenza per la presentazione delle domande al 7 ottobre prossimo.Il totale delle ore di formazione è di 1500 (millecinquecento), per 60 CFU (crediti Formativi Universitari).

Il nostro Ordine, insieme agli altri della regione, esprime una grande soddisfazione per il risultato e ricorda che per avere il bando integrale basta inviare una mail a opilaspezia@cdh.it
Altre informazioni per gli iscritti all'Ordine spezzino possono essere rivolte direttamente a Francesco Falli, responsabile per la formazione interna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News