Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 20.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Ai cittadini non interessano le beghe interne al Pd"

`Ai cittadini non interessano le beghe interne al Pd`

- La Giunta Federici è al capolinea. Poco importa ai cittadini se a staccare formalmente la spina sarà un commissariamento o l'ennesimo gioco di correnti interne al Pd, che stanno tenendo in ostaggio partito e città ormai da anni. Chi farà le spese di questa paralisi dell'amministrazione saranno comunque elettori e cittadini. Appare evidente fuori dai palazzi come le beghe tutte interne del Partito Democratico vengano combattute sfruttando le istituzioni, con gli interessi pubblici a fare desolatamente da sfondo e contorno. Probabilmente aver governato per tanto tempo, senza la pressione di un’alternativa credibile e competitiva ha in legittimato alcuni comportamenti, che rimangono sempre più irricevibili. Se non bastasse, al danno di vivere in un clima da campagna elettorale permanente si aggiunge la beffa che queste stesse campagne riguardino ormai posizioni interne ad un singolo partito. Basta ricordare i mesi di paralisi nell’azione amministrativa dei vari Comuni della Provincia in occasione di scelte quali Renzi contro Bersani, Lunardon vs Cavarra, Renzi vs Cuperlo, Paita vs Cofferati eccetera.

Gli amministratori dovrebbero rappresentare tutta la cittadinanza compresa quella (ampiamente maggioritaria a livello elettorale) totalmente indifferente ai mal di pancia interni del PD. Che soffre questioni ben più gravi quali tasse stratosferiche ma senza esser ripagata da una buona amministrazione, una città pulita, accogliente per i turisti e che dia qualche speranza a giovani assetati di cultura, lavoro e prospettive future. Che magari riesca a finire una piazza una volta che decide di rinnovarla, per dirne una. Ho letto approfondite analisi a riguardo, proposte da questi stessi amministratori che ora si propongono come paladini del buon uso della cosa pubblica e che oggi si dimettono! Hanno mai votato in disaccordo al proprio sindaco nei scorsi quattro anni? Il dissenso politico non è puntuale, ora che Federici si scopre politicamente debole e nudo?
Unico aspetto che induce all’ottimismo, in questo quadro a tratti desolante, è che ultimamente molti nodi stanno venendo al pettine e già le regionali del 2015 hanno dimostrato che gli elettori decidono sempre più in base ai dati concreti, ai risultati ottenuti o meno da chi era in carica, e alle proposte sensate di chi si propone per il cambiamento, che non a seguito di alchimie elettorali o ordini di scuderia. Io, personalmente e come rappresentante di Italia Unica, mi auguro che fin d'ora si possa cominciare a parlare e a confrontarsi, soprattutto con i cittadini, per fornire una proposta alternativa alla sinistra ed al PD per le elezioni del 2017.

Luca Bergonzoli
Ref. Regione Liguria Italia Unica

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure