Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Gennaio - ore 16.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Scuole Pontremoli, Pd: "Amministrazione arrogante, pagano alunni"

Scuole Pontremoli, Pd: `Amministrazione arrogante, pagano alunni`

Lunigiana - "Le scuole pontremolesi sono da sempre un fiore all’occhiello della nostra città. Pontremoli città nobile, Pontremoli città della cultura e Pontremoli città delle scuole. Nel solco di questa tradizione Pontremoli è sede di tante scuole che si dibattono tra molte difficoltà quali la riduzione del numero di alunni, i collegamenti e lo stato degli edifici ma riescono a mantenere un elevato standard formativo". Si apre così l'intervento della segretaria del Pd pontremolese, Roberta Longinotti.
"In questi ultimi anni - prosegue - le scuole dell’infanzia e primarie con diverse vicende riguardanti mensa e stato degli edifici hanno avuto la maggiore ribalta. Il PD pontremolese è già intervenuto diverse volte su queste questioni mettendo in evidenza non solo l’azione amministrativa errata portata avanti dalla Amministrazione Baracchini ma anche una dose di protervia unita alla mancanza di progettualità.

Ancora una volta non possiamo esimerci dal tornare sul tema visto il tragico inizio di anno scolastico 2016-17 nella scuola Ferrari. La pioggia nelle classi del piano a tetto, le vie di fuga ostruite a causa dei lavori sul tetto, i trasferimenti dei bambini in altre classi hanno caratterizzato il primo giorno di scuola di circa 300 tra bambini della primaria e delle scuole medie. Ma questa cattiva pagina di scuola non è che l’epilogo di una vicenda che si è dipanata dal febbraio del 2016 quando si scoprì grazie alle infiltrazioni sul tetto la necessità di puntellare il tetto per metterlo in sicurezza, poi le promesse in campagna elettorale sul completamento della copertura per l'inizio dell’anno scolastico.

Sarebbe facile polemizzare su come sia stato speso il “tesoretto” da 1.300.000€ della Edison, sulla tipologia di comunicazione verso i genitori che ha puntato a tranquillizzare genericamente i genitori / elettori. In realtà l’intera vicenda è un “dejà vu” di cattiva amministrazione, aggravato dalla disponibilità di risorse per effettuare i lavori che sono state erogate a giugno dalla Regione Toscana utilizzando i fondi delle emergenze.

Il rifacimento del tetto della scuola Ferrari è una storia che sottolinea incapacità amministrativa, arroganza e disinteresse. Incapacità di organizzare la preparazione di una gara per garantirne la aggiudicazione in tempo per chiudere i lavori prima dell’inizio della scuola (immaginiamo / speriamo che la progettazione sia stata effettuata in primavera). Arroganza di amministratori che non sono in grado di reggere il peso delle proprie responsabilità ed anche quando sono palesemente in torto reagiscono rabbiosamente. Disinteresse, da sempre, per le vicende che riguardano i bambini delle scuole: oggi il tetto e ieri le cucine non a norma, oggi l’acqua nelle classi e ieri i problemi delle mense o le scale di emergenza assenti. Il tratto comune di tutto questo è l’incapacità di programmare delle azioni amministrative efficaci, che risolvano i problemi, che antepongano il bene dei piccoli a quello di pochi.

In tutto questo non dobbiamo dimenticare una campagna elettorale dove i temi della scuola per quanto presenti nei programmi non sono mai diventati un tema di discussione sentito e partecipato. Da una parte per non ricordare gli errori mai ammessi dall’altra perché non ritenuti di troppo interesse per un’opinione pubblica disattenta sulla scuola e in modo sterile producendo interrogazioni ignorate o strumentalizzate dall'arroganza dell'amministrazione.
A rimetterci ancora una volta gli alunni e le famiglie?".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure