Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 20.54

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rossi è ancora commissario? Cinque giorni per capirlo

Il sottosegretario Traversi: "Approfondimenti in corso". Entro il 15 novembre la convocazione della conferenza dei servizi per l'approvazione del progetto definitivo del ponte. Gagliardi: "Profondo sconforto. E no a cittadini di A e B".

Modello Genova?

Lunigiana - Chi è il commissario straordinario per la ricostruzione del ponte di Albiano? Al momento, con certezza, non lo si sa. Precisamente, non si sa se Enrico Rossi, nominato commissario lo scorso giugno, lo sia ancora, vista la decadenza da presidente della Regione Toscana. “A seguito della proclamazione del nuovo presidente (Giani, ndr), sono stati avviati approfondimenti tutt'ora in corso. Entro cinque giorni sarà maturata una decisione”, ha affermato oggi in Commissione Ambiente/Lavori pubblici il sottosegretario al Mit Roberto Traversi (M5S), interrogato in merito dalla deputata spezzina Manuela Gagliardi (Cambiamo) e dalla collega toscana Erica Mazzetti (Forza Italia), le quali hanno chiesto altresì lumi sulle mosse del governo in merito al ripristino della situazione “a quasi 210 giorni dal crollo – come sottolineato dalla parlamentare arancione -. Oltre al fatto che non sono partite né la rimozione delle macerie né la ricostruzione, non si sa chi ha competenza per attivare queste azioni. A seguito della lunga riunione con Anas della scorsa settimana, i sindaci e noi parlamentari del territorio abbiamo appreso dei dubbi sul commissario, non si sa se Rossi sia ancora tale, il decreto del ministero non è chiaro se ci si riferisca a lui come persona fisica o come presidente regionale. Né ci sono certezze sull'esistenza di un sub commissario. Vorremmo inoltre sapere se il governo ritenga utile o necessario redigere un decreto legge sul modello di quello adottato per Genova e il Morandi al fine di accelerare il ripristino della viabilità”. Su simile lunghezza d'onda Mazzetti: “Vogliamo chiarezza su Rossi, alla cui nomina eravamo contrari sia per l'incapacità dimostrata quando venne nominato commissario per l'alluvione, sia perché era palese che non sarebbe stato rieletto in quando non poteva ricandidarsi”.

Nella sua risposta, il sottosegretario ha informato che “il governo ha ben presente la necessità di ripristino. È stato chiesto un intervento dell'Avvocatura dello stato per capire come avviare gli atti propedeutici alla ricostruzione senza pregiudicare le indagini e l'incidente probatorio (sull'area è al lavoro la Procura, ndr). Attualmente è in fase di completamento la redazione del progetto definitivo del nuovo ponte e si prevede che la richiesta di convocazione della conferenza dei servizi per la sua approvazione avvenga entro il 15 novembre”. In merito alla rimozione dei detriti, ricordando che a inizio ottobre la Procura ha autorizzato Anas a intervenire direttamente, Traversi ha spiegato che, “acquisite le indicazioni del collegio peritale nominato dal gip per l'incidente probatorio, Anas ha predisposto un progetto di rimozione che prevede lavorazioni in loco al fine di conservare gli elementi necessari alle perizie”. Il sottosegretario pentastellato ha ricordato altresì che è ancora attiva l'esenzione dal pedaggio sul tratto locale della A15 per i residenti di 14 comuni lunigianesi.

Insoddisfatte della risposta le deputate Gagliardi e Mazzetti. “Provo sentito sconforto - ha rilevato la parlamentare spezzina -, oggi ci viene a dire che non sappiamo ancora chi è il commissario, intanto Rossi è stato in carica per due mesi ed poi è scomparso dai radar. Un atteggiamento gravissimo. I sindaci del territorio hanno dichiarato di essere pronti a consegnarvi le fasce tricolori. Parliamo di 4mila residenti e 960 aziende isolati o comunque con gravissime difficoltà a raggiungere i servizi. L'esenzione dei pedaggi? Riguarda solo i comuni toscani, per quelli liguri è stata sospesa. I cittadini vengono pesati in modo diverso, non bisogna dividerli in serie A e serie B, tutti hanno necessità di muoversi e lavorare. Forse vi sfugge che parliamo di una zona di collegamento tra due province e due regioni”. L'invito: “Riflettete sull'opportunità di un decreto legge – che sosterremmo – per accelerare e dare poteri in deroga a un commissario che lavori giorno e notte. Questa è una situazione di emergenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News