Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio - ore 16.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ospedale Pontremoli, Ferri (FI): "Un paradosso: reparto al gelo e cella frigo fuori uso"

Ospedale Pontremoli, Ferri (FI): "Un paradosso: reparto al gelo e cella frigo fuori uso"

Lunigiana - "L’arrivo del freddo rende ancora più difficile la situazione al reparto Covid. La scelta irrazionale (per il tipo di struttura) e mal gestita (quanto a percorsi insicurezza, a tamponi periodici ed a sanificazioni radicali) di allestirlo in una struttura come quella dell’ospedale di Pontremoli ha favorito, come noto, innumerevoli contagi tra personale e pazienti, causando disagi, tensioni e danni tali da costringere interi reparti a chiudere i battenti e da concorrere al dramma di alcune famiglie". Lo denuncia Jacopo Ferri, capogruppo di Forza Italia a Pontremoli.
"Ma non contenta di questo - prosegue l'azzurro - la direzione Aziendale continua a fare orecchie da mercante anche rispetto alle problematiche organizzative che si sono fin dall’inizio registrate. Molti degenti riferiscono infatti che con l’arrivo del freddo e della pioggia le temperature registrate in reparto siano spesso poco sopportabili ed a tratti (anche la notte) addirittura proibitive. Del resto, senza impianti di areazione e di ricambio d’aria l’unica alternativa praticabile rimane quella classica delle finestre aperte e questa soluzione non è certo né tra le più moderne (tant’è che è riservata a Pontremoli…), né tra le più comode. Ci sarà forse anche qualcuno che ne uscirà fortificato, ma per i più potrebbe essere un ulteriore elemento di rischio rispetto a quadri clinici già provati dal virus".

I pazienti riferiscono inoltre che lo stesso personale medico, infermieristico e di supporto/pulizia appare estremamente provato dalla situazione, vista anche la tremenda pressione a cui è sottoposto per il tipo di lavoro, le complesse procedure e gli orari pesantissimi. In compenso, si per dire, ha fatto notizia - ovviamente in negativo - l’impossibilità registrata nei giorni scorsi di poter far uso della cella frigo all’interno della camera mortuaria, con necessità di trasferire al NOA alcune salme. Con questa Asl non si può stare mai in pace: dove ci dovrebbe essere caldo c’è freddo, dove ci dovrebbe essere freddo c’è caldo ed infine, tanto per non darci illusioni, non siamo più sicuri neppure di avere servizi normali di fine vita, senza dover migrare a Massa. E’ pur vero che al peggio non c’è mai fine, ma quando è troppo è troppo", conclude Ferri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News