Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 14.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il sindaco difensore dei carabinieri: "Non c'è incompatibilità"

Valettini, neo primo cittadino di Aulla, è tra i legali dei militari finiti nell'occhio del ciclone.

Il sindaco difensore dei carabinieri: `Non c´è incompatibilità`

Lunigiana - Un carabiniere dietro le sbarre, tre ai domiciliari, quattro colpiti dal divieto di dimora nella provincia di Massa Carrara e un militare sospeso dal servizio. Questi per ora i frutti dell'indagine a carico del gruppo di militari, attivi tra le caserme di Aulla e Albiano, accusati di aver compiuto soprusi e violenze di varia sorta a carico di alcune persone fermate (QUI i dettagli). Tra i difensori degli uomini dell'Arma finiti nei guai figura nientemeno che l'avvocato Roberto Valettini, esponente Pd, diventato sindaco di Aulla l'11 giugno scorso. Posizione delicata, quella del primo cittadino? Se ne è parlato a Tagadà, noto contenitore pomeridiano di La7. Nel corso di una breve conversazione con la conduttrice Tiziana Panella, Valettini ha assicurato la piena legittimità del suo doppio ruolo.

"E non è un'opinione mia - ha precisato -, ma del Consiglio distrettuale di disciplina di Genova e della Procura", e ha aggiunto: "E' come impedire di fare il sindaco a un chirurgo che ha curato uno che si è comportato male. Io faccio l'avvocato da quasi 40 anni e il sindaco da pochi giorni. Tra i due ruoli non c'è incompatibilità. E non c'è inopportunità".

Un'intervista breve e, per quanto composta, non privi di momenti di tensione. Da una parte le perplessità della Panella, dall'altra le certezze del neo sindaco: "Fare il sindaco - e io lo faccio per affetto verso la mia città - non significa non poter difendere delle persone".
Persone che, stando alle intercettazioni, tra le varie citazioni memorabili, hanno sfoderato anche un "siamo come la mafia", rammentato a Valettini dalla Panella. "Un'espressione fortemente infelice, a voler essere gentili", ha commentato il sindaco difensore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure