Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Settembre - ore 22.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il Pd aullese attacca Toti sul ponte di Albiano, martedì si decide per le rampe

la politica litiga

Lunigiana - "Leggendo i quotidiani, e i post Facebook, ci siamo strofinati più volte gli occhi, non ci potevamo credere, il governo di centro destra capitanato da Toti, accusa la regione Toscana di immobilismo, in seguito alla caduta del ponte di Albiano, sulla statale 330, ma davvero?! Sono passati 4 mesi, certo, ed è stata una lotta contro la burocrazia, ma è fissata per il giorno 11 agosto una conferenza dei servizi decisoria per la realizzazione delle rampe sull’A15 e ci sono 4 progetti per la realizzazione del ponte definitivo, sono stati stanziati 150mila euro a sostegno delle attività di Albiano Magra, quindi di immobile non c’è proprio nulla". La segreteria del Pd di Aulla va all’attacco del governatore della Liguria Giovanni Toti con Giovanni Schianchi, Giada Moretti e Tomas Furia.

"Dov’era Toti – affermano i tre – la sua giunta e le amministrazioni di centro destra che oggi scrivono e scalpitano, in questi anni, quando Albiano era intasata da code chilometriche causate dalla chiusura della Ripa, ci chiediamo cosa hanno fatto in 5 anni di governo. I caselli sulla A12? La bretella di collegamento Bolano-S.Stefano? Sistemazione della Ripa? Beh niente di tutto questo, niente casello, niente inizio di lavori per la bretella, anzi i soldi destinati hanno trovato altra collocazione con l’arrivo del governatore Toti e per non parlare della Ripa, prima almeno era chiusa solo durante le allerte mentre ora, beh, due gocce bastano per chiuderla interi giorni, con tutti i disagi connessi".

"E poi – continua l’attacco del Pd – nell’ormai consolidato stile sciacallesco, Toti e i suoi pretoriani hanno cercato maldestramente di boicottare il ripristino della viabilità di Albiano a favore del versante ligure, mettendo scioccamente uno contro l’altro due territori storicamente amici. Dobbiamo continuare? In questi mesi di traffico con un unico sfogo viario non sono stati nemmeno in grado di mettere i vigili provinciali ai due incroci più importanti, per smaltire il traffico, incrocio a Bottagna e all’uscita del raccordo a Vezzano, creando così code chilometriche nelle ore di punta e altro si potrebbe dire; dopo la caduta poi alcuni deputati leghisti tra cui la attuale candidata presidente della Regione Toscana Susanna Ceccardi, si sono fatti vivi, peraltro dopo parecchi giorni dall’accaduto, senza proposte, ma parlando di cose fuori da ogni immaginazione, di cimiteri provvisori e non avendo ancora le idee chiare sulla loro proposta, ancora adesso una parte del centro destra tifa per le rampe mentre l’altra si schiera con chi non le vuole e quale aiuti sono stati stanziati alle attività liguri che sono state danneggiate? Prima di guardare a casa degli altri è meglio guardare in casa propria altrimenti si rischia di fare brutta figura. Siamo schifati e disgustati nel vedere che ancora una volta il centro destra fa campagna elettorale sui disagi e le difficoltà delle persone, anziché voler contribuire in modo costruttivo a risolvere una difficile emergenza. Vergogna".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News