Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Settembre - ore 12.56

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Cara Puntremal: "Mazzoni & Co. non si smentiscono mai"

Cara Puntremal: `Mazzoni & Co. non si smentiscono mai`

Lunigiana - “Le solite bugie di Mazzoni & C hanno le gambe davvero corte. Lo si era già ben capito in queste settimane parlando viso a viso con la gente e spiegando l’accaduto alla scuola di via IV Novembre”. Inizia così l'intervento del gruppo consiliare “Cara Puntremal” in merito all'ultima seduta del consiglio comunale pontremolese. “Se ne è avuta ulteriore conferma dalla parole del Sindaco Lucia Baracchini che ha spiegato per filo e per segno tutte le fasi della vicenda legata al rifacimento del tetto. Senza minimizzare affatto il grave episodio del 15 settembre che ha causato disagio e danni – spiegano - i quali sono già stati contestati e dovranno essere risarciti dalla ditta esecutrice del lavoro, e mettendo in evidenza le vergognose strumentalizzazioni che i consiglieri di Open Pontremoli ed i loro seguaci del PD hanno perpetrato allo scopo di terrorizzare bimbi e famiglie senza ragione. Mazzoni & C non si sono smentiti neppure in aula, continuando nella loro azione assurda, rimanendo sordi alla chiarezza delle risposte e preferendo continuare sulla linea del distribuire colpe a tutti tranne che a loro stessi fino ad arrivare a lamentarsi della velocità e delle modalità con le quali l’amministrazione, da febbraio ad oggi, è riuscita a trovare i finanziamenti necessari per risolvere il problema della copertura della scuola. Ed insistendo in un atteggiamento che rivela costantemente la loro volontà di contrastare l’amministrazione con ogni menzogna possibile anche a costo di danneggiare i cittadini e la città. 
I fatti per fortuna parlano chiaro e quanti (la stragrande maggioranza delle famiglie) hanno vissuto la vicenda con la giusta preoccupazione ed il corretto atteggiamento costruttivo hanno ben compreso che la difficoltà è stata superata nel miglior modo possibile e che la scuola era ed è sicura e non ha mai avuto in queste settimane alcuno dei problemi apocalittici evocati da Open Pontremoli.
Se sulla scuola Mazzoni & C. hanno fatto piangere – aggiunge - sulla sanità hanno superato il confine del ridicolo chiedendo l’approvazione di un documento che per l’appiattimento verso l’Asl e per la grossolanità del tentativo di riversare “colpe” sull’amministrazione in riferimento ai depotenziamenti dell’Ospedale in atto, dimostra in modo lampante la loro malafede. Pur governando da sempre la Regione, l’Asl, la Provincia, e tra il 2007 ed il 2011 anche il Comune (fu allora che fu chiuso il punto nascite!) Open Pontremoli ha teorizzato infatti che sarebbe stata e sarebbe la Giunta Baracchini a dover modificare le azioni e le intenzioni di ridurre a zero il nostro Ospedale! Pazzesco e vergognoso che un’accusa del genere, nella sua assurdità, provenga proprio dal partito che governa la sanità ad ogni livello. Il Comune di Pontremoli ha lottato e lotta da anni contro le logiche di ridimensionamento della Regione e dell’Asl ed è semmai l’atteggiamento accondiscendente ed ipocrita dimostrato anche ieri da Open-PD che rende il lavoro facile ai propri compagni. La dott.ssa Sordi ha addirittura sostenuto che la perdita di un primario dedicato per il reparto di ortopedia possa essere un vantaggio per il nostro Ospedale. Ed ha indotto la minoranza a non votare la mozione (approvata a maggioranza) che chiede invece a Regione e ad Asl di nominare un nuovo primario unitamente a quello del reparto di rianimazione che manca da tempo. 
Come sulla sanità anche su Gaia Mazzoni & C hanno un problemino chiamato PD. Così, invece di sostenere in pieno l’iniziativa del referendum consultivo che potrebbe dare una spallata politica importante alla situazione, hanno preferito cavillare, giusto per non avere problemi con i loro burattinai di partito.
Sul Centro storico, poi, Open Pontremoli si è sperticata su una serie di mutevoli opzioni. La maggioranza ha confermato l’utilità di chiusure calibrate sugli eventi ed in accordo con i commercianti/esercenti che rendono vive le nostre piazze. Il crescente flusso turistico di questi anni dimostra che è la strada giusta.   
Forse pensando ad un futuro a 5 Stelle per Mazzoni Open Pontremoli ha poi portato avanti la fondamentale questione della diretta streaming del Consiglio Comunale.
Ovviamente nel segno della trasparenza (concetto in uso ad intermittenza da quelle parti). Ma anche su questo tema i consiglieri PD hanno argomentato evidenziando dilettantesche imprecisioni sui costi e sull’organizzazione necessari per poter sviluppare in modo serio un tale servizio. Sulla Mozione a difesa della famiglia presentata dal Presidente Bertolini e votata dalla maggioranza, Mazzoni & C. hanno poi toccato il fondo preferendo scappare a gambe levate invece che votare. Complimenti!. Insomma, tra contraddizioni evidenti e ipocrisie palesi il gruppo Open Pontremoli dimostra di non aver ancora smaltito la storica batosta elettorale subita. Cara Puntremal non può che compiacersene perché continuando a predicare male ed a razzolare peggio saranno sempre di più coloro i quali si riconosceranno nel lavoro che con fatica e serietà l’Amministrazione porta avanti ogni giorno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure