Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 12.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Noi tuteliamo Made in Italy, Pd e Forza Italia votano per la Cina"

"Noi tuteliamo Made in Italy, Pd e Forza Italia votano per la Cina"

Lunigiana - E' iniziato oggi da Villafranca in Lunigiana il tour in difesa di Made in Italy e PMI del vicepresidente del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare M5S.

"E' un piacere essere in questo territorio per parlare di tutela del Made in Italy, a cominciare dalla battaglia del Movimento 5 Stelle per l'etichettatura obbligatoria e trasparente, strada principale per conoscere e far conoscere l'origine dei nostri prodotti" ha esordito Castaldo.

"Voglio anche smascherare i partiti, da Forza Italia al PD, che a Roma dicono di volere tutelare il Made in Italy ma poi al Parlamento Europeo votano per il riconoscimento di fatto di economia di mercato della Cina. Una scelta che significa mettere a rischio centinaia di migliaia di posti di lavoro legati proprio alla nostra produzione artigianale, agroalimentare e manifatturiera" ha precisato l'europarlamentare M5S.

Presenti all'incontro Sara Paglini, Adriano Simoncini, Daniele Ghiotti e Riccardo Ricciardi, candidati M5S del territorio, insieme al consigliere regionale Giacomo Giannarelli.

"Il Movimento 5 Stelle parte dalla tutela delle piccole e medie imprese, chi dice il contrario ci mostri le prove" ha precisato Paglini "anche per questo abbiamo restituito al Fondo di Garanzia per il Microcredito 23 milioni di euro del taglio dei nostri stipendi, un'operazione grazie alla quale oltre 7mila imprese hanno potuto avere accesso a risorse finanziarie altrimenti loro precluse dal sistema bancario".

"Siamo entrati nella sala del Museo Etnografico come segno di un passato che può diventare risorsa per il nostro futuro. La tutela dei borghi montani passa anche dal dotarli di infrastrutture tecnologiche per rendere le imprese del territorio visibili a livello internazionale. Un passaggio che noi siamo certi di poter ottenere rimettendo a posto il portale Italia.it, che da vergogna mondiale può diventare risorsa di rilancio per le nostre produzioni manifatturiere e artigianali oltre che seria vetrina turistica" ha aggiunto Adriano Simoncini.

"In questo luogo meraviglioso attraversato dalla via Francigena a distanza di 31 anni dai primi programmi europei per la valorizzazione dei percorsi enogastronomici e religioso-culturali, possiamo verificare con i nostri occhi che i politici locali sono stati interessati solo alle loro poltrone e non sono riusciti a creare occupazione e sviluppo attraverso queste opportunità garantire dall'UE. Dobbiamo ripartire dalle periferie e dai borghi storici, puntando su turismo e sostegno alle piccole e medie imprese" ha dichiarato Giannarelli al termine dell'iniziativa.

"Anche per questo nel nostro programma c'è la creazione di un Ministero del Turismo, capace di concentrarsi sulla valorizzazione di questo patrimonio straordinario di beni culturali e paesaggistici che ci ha lasciato la storia" hanno aggiunto Daniele Ghiotti e Riccardo Ricciardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News