Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 06 Dicembre - ore 23.06

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lunigiana e turismo, tempo di bilanci per Sigeric

un territorio di cui innamorarsi
Lunigiana e turismo, tempo di bilanci per Sigeric

Lunigiana - È ormai passato anche il Ponte di Ognissanti: la stagione turistica 2019 può dirsi conclusa e arriva il momento di guardarsi indietro, per poter lavorare al meglio l’anno prossimo.
Nell’ultimo anno, la cooperativa di servizi turistici Sigeric ha avuto in gestione i Punti Informazione di Filattiera, Licciana Nardi e Bagnone, situati rispettivamente presso il Centro Didattico “Pieve di Sorano”, la Biblioteca Naturale “Albino Fontana” di Terrarossa e in Piazza Roma a Bagnone, in corrispondenza del Museo Archivio della Memoria. Soltanto in questi tre Punti Info lunigianesi sono state contate circa 3000 persone, che si sono mostrate sempre più interessate ad attività di trekking, outdoor, enogastronomia ed esperienze sul territorio, oltre che alla cultura e alla visita di castelli e dimore storiche. In linea con le tendenze turistiche internazionali, infatti, anche il nostro territorio si dimostra ideale per un turismo di tipo esperienziale, enogastronomico e sportivo. Fin dagli esordi all’interno dell’Associazione “Farfalle in Cammino”, i soci di Sigeric hanno creduto e investito in questo genere di attività, con proposte di tipo enogastronomico e outdoor come i tour “Pedala e Gusta”, proposti fin dal 2011 nei territori della Lunigiana e dei Parchi Nazionali dell’Appennino Tosco Emiliano e delle Cinque Terre. Molti di questi tour partono dal Centro Didattico “Pieve di Sorano”, primo centro E-Bike del Territorio della Lunigiana.
Non sono inoltre mancate le proposte outdoor, come l’ormai consolidato trekking fluviale agli Stretti di Giaredo. Lo sport e la vita all’aria aperta sono stati i temi centrali della vacanza organizzata dal tour operator belga “Kazou” all’Ostello “La Stele” di Treschietto – Centro visita del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, che quest’anno ha incredibilmente sfiorato i 1500 pernotti, diventando un vero e proprio punto di riferimento per il turismo giovanile in Lunigiana: "Una sfida impegnativa in cui abbiamo creduto, che richiede un continuo lavoro e impegno, anche economico, ma che ci regala la soddisfazione di portare gruppi italiani e stranieri nel cuore di Lunigiana e del Parco Nazionale", dicono i soci della Cooperativa riguardo all’ostello “La Stele”, in gestione a Sigeric dal 2017.
Non solo outdoor, ma anche arte e cultura: grazie alla fiducia dei proprietari, è stato possibile aprire e organizzare visite guidate in alcune delle più belle dimore storiche del nostro territorio. Villa Dosi Delfini, aperta al pubblico da meno di 3 anni, è stata visitata da quasi 2500 persone nel 2019, senza contare i migliaia di visitatori in fila durante le Giornate FAI di Primavera pontremolesi, che hanno acceso i riflettori sul Barocco Pontremolese. Sono state organizzate visite guidate anche nei Palazzi Dosi Magnavacca e Pavesi – Ruschi Noceti, nel centro storico della cittadina. La grande novità del 2019 è stata l’apertura del Castello Malaspina di Monti di Licciana Nardi, che in sole 16 giornate di apertura al pubblico ha contato quasi 700 ingressi.
Una stagione turistica di successi, che è iniziata ben prima dell’estate con le gite scolastiche e le attività didattiche organizzate da Sigeric in tutta la Lunigiana. Nel Centro Didattico “Pieve di Sorano” sono stati accolti centinaia di bambini, che hanno svolto attività di didattica archeologica o ambientale. Il programma “Archeologi per un giorno”, infatti, permette di scoprire in prima persona il mestiere dell’Archeologo e di approfondire le scoperte di epoca preistorica, protostorica e classica del nostro territorio, simulando uno scavo archeologico a grandezza naturale. Nell’Area Naturale Protetta del Fiume Magra, invece, è possibile imparare a riconoscere piante e alberi della Lunigiana e catalogarle in un “Libro di Alberi”, o imparare a utilizzare un sistema di geolocalizzazione con la “Caccia al Tesoro GPS”. Le attività didattiche e le gite scolastiche organizzate da Sigeric sono diventate, nel tempo, un settore di sviluppo importante della Cooperativa e vedono coinvolti i comuni di Pontremoli, Filattiera, Bagnone, Licciana Nardi, oltre che i Parchi Nazionali dell’Appennino Tosco – Emiliano e delle Cinque Terre. Per Sigeric, fare didattica non significa soltanto “portare i ragazzi in gita”, ma anche insegnare a fare turismo: oltre ai numerosi ragazzi lunigianesi che hanno seguito le guide in attività di alternanza scuola-lavoro, da quest’anno è stata attivata anche una Scuola di Turismo Responsabile, in collaborazione con la Fondazione Campus di Lucca – Università di Scienze del Turismo.
"Abbiamo potuto osservare un aumento nelle nostre attività sotto tutti i punti di vista: scuole, gruppi, tour in bici e outdoor, passaggi nei punti informazione, pernotti all'Ostello. Ma più in generale, viviamo sempre di più con piacere il clima frizzante e di continua progettazione che, tra alcune difficoltà, c'è in Lunigiana. Forse si è intrapresa finalmente la strada dello sviluppo turistico della nostra meravigliosa Terra." dicono i soci di Sigeric, che sono già al lavoro per la stagione 2020 e stanno già iniziando a fare progetti per il 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News