Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 05 Luglio - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Rapidità e costi contenuti", ecco l'idea di Confindustria

Studio di fattibilità per ovviare in tempi ragionevoli al crollo del ponte di Albiano. Lettera alla ministra De Micheli.

Rampe autostradali

Lunigiana - Confindustria La Spezia si fa carico di una proposta per uscire quanto prima dalla impasse provocata dal crollo del ponte di Albiano. Una proposta, spiegano da Via don Minzoni, "che si fonda su tre aspetti fondamentali: velocità di esecuzione, contenuto costo di realizzazione, non coinvolgimento di proprietà private in un’opera che insisterebbe solo su proprietà pubbliche". L'idea è stata inviata, a firma del presidente Mario Gerini, alla ministra alle Infrastrutture Paola De Micheli, al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, al presidente Regione Liguria Giovanni Toti, al Presidente della Camera di commercio Riviere di Liguria Luciano Pasquale e al Presidente Salt Fabrizio Larini.
Confindustria La Spezia, "nella consapevolezza che i tempi per la realizzazione di un nuovo ponte, anche se di natura temporanea, saranno talmente lunghi da far temere sulle possibilità di molte attività economiche di sopravvivere a questa ulteriore difficoltà - si legge in una nota -, propone alla ministra di considerare l’opportunità di chiedere alla concessionaria autostradale la realizzazione di una nuova viabilità temporanea". Una soluzione prefigurata dallo studio di fattibilità elaborato in questi giorni dall’ ingegner Graziano Testa sulla base di ipotesi preventivamente analizzate, proponendo, nel tratto di competenza SAlt, di realizzare quanto segue:

Lato Albiano Magra: costruzione di una rampa di collegamento all’autostrada (corsia sud) in prossimità del cimitero di Albiano Magra, dove per eseguire il collegamento all’autostrada occorre realizzare una rampa lunga 180 metri che supera un dislivello di 6 metri con pendenza media del 3%

Lato Santo Stefano Magra: collegamento dell’area parcheggio denominato “Santo Stefano Ovest” con la viabilità comunale di via Carducci (subito dopo il cavalcavia dell’autostrada a margine dell’azienda agricola “Il Noce” sui terreni di proprietà di SALT S.p.A. – identificati da foglio. 2 mappale 654 del Comune di Santo Stefano di Magra). In questo punto, per eseguire il collegamento all’autostrada occorre realizzare un breve tratto di strada lunga 190 metri che supera un dislivello di circa 3,50 metri con pendenza media del 1,85%.

"Già in passato avevamo evidenziato la necessità di interventi infrastrutturali che fossero adeguati alle necessità dei cittadini e delle attività economiche - spiegano da Confindustria La Spezia -. Oggi chiediamo al governo di attivare procedure analoghe a quelle adottate per la ricostruzione del Ponte Morandi di Genova in attesa delle risposte da Regione Toscana e Regione Liguria sulle immediate attivazioni di iniziative speciali finalizzate a ridurre i disagi della popolazione e idonee ad assistere le attività produttive nei Comuni interessati dal crollo del ponte.

Nella lettera Confindustria La Spezia illustra alla ministra De Micheli quale importanza avesse il ponte di Albiano, saldatura tr i territori spezzino e lunigianese "con valenza sovra regionale al servizio di una popolazione di oltre 38 mila residenti. Negli ultimi anni - continuano dall'associazione industriali - la sua importanza era peraltro e talmente cresciuta da assumere una funzione cruciale per il collegamento con la città capoluogo e la Vallata del Magra, non solo per Albiano, frazione del Comune di Aulla, ma anche per i comuni di Follo, Bolano, Calice al Cornoviglio, Vezzano Ligure, Santo Stefano Magra, Podenzana e la stessa città di Aulla, anche per le criticità e i conseguenti lavori ancora in corso per la messa in sicurezza della strada Provinciale della Ripa. Le attività economiche in Albiano - che anche se situata in provincia di Massa Carrara, è una realtà intrinsecamente legata alla provincia spezzina – e nei Comuni di Follo e Bolano, con 900 imprese e oltre 9.000 dipendenti, già prima del crollo scontavano serie difficoltà nell’approvvigionamento dei materiali e nella movimentazione di prodotti, imputabili alla inadeguatezza della viabilità e all’elevato volume di traffico giornaliero. Difficoltà al momento attenuate ma che saranno di nuovo evidenti, anzi aggravate, quando si tornerà alla normalità, soprattutto in autunno-inverno". La lettera di Confindustria si chiude rilevando che "a situazioni di eccezionale difficoltà come quella che stanno vivendo le aziende del territorio, auspichiamo che corrispondano altrettante risposte eccezionali".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lato Albiano Archivio CdS
Lato S. Stefano Archivio Cds


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News