Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Settembre - ore 18.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Santa Zita al centro della "serata lunigianese" di Succisa

Santa Zita al centro della `serata lunigianese` di Succisa

Lunigiana - Storia, scienza e tradizione popolare si sono incontrate, tutte nella serata di giovedì 24 Agosto, a Succisa, in occasione della kermesse “Serate Lunigianesi”, organizzate dall’Istituto Valorizzazione Castelli. L’unica data in programma all’interno del Comune di Pontremoli ha riscosso molto successo, segnando il tutto esaurito a Succisa Pollina. Argomento della serata è stata la figura di Santa Zita e l’analisi dei suoi resti mortali. Un pubblico molto partecipe, arrivato da tutto il territorio e oltre che, giunto a Succisa ha potuto godere della grande accoglienza che la popolazione gli ha riservato. Non ha voluto mancare all’occasione il Sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini che ha salutato tutti i presenti dicendosi entusiasta e orgogliosa di constatare una così grande e sentita partecipazione. Presente anche il Sindaco di Berceto Luigi Lucchi che ha voluto salutare i presenti e don Tonino Cocchi, che non si è voluto perdere l’evento.
A introdurre il tutto lo storico Paolo Lapi, che ha illustrato a tutti i presenti il legame tra la frazione di Succisa, Pontremoli, la Lunigiana intera e Santa Zita, a partire dall’analisi degli Statuti dei Malaspina, fino alla costruzione dell’Altare a Succisa e alla dichiarazione della Santa a compatrona del Comune di Pontremoli nell’Ottobre del 1758. A seguire l’intervento del Professor Gino Fornaciari, che ha illustrato un resoconto di quello che è stata la ricognizione del corpo negli anni Ottanta del 900, mettendo in evidenza alcuni aspetti della vita di Santa Zita desunti dall’analisi del suo corpo.
In ultimo il professor Gino Monacchia, succisano doc, che ha arricchito la serata portando anche il contributo della voce popolare mettendo in evidenza il legame che per tradizione esiste tra Succisa e la Santa, raccontando di alcune Grazie a cui gli abitanti hanno assistito nel corso della storia: dal ritrovamento di un bambino fino all’inceppamento del cannone che sparava contro la Chiesa di Santa Zita il giorno antecedente la festa dedicata alla Santa, che diventerà poi anche il giorno della liberazione di Pontremoli, il 26 Aprile del 1945.
A conclusione del tutto, il presidente dell’Associazione Manfredo Giuliani Germano Cavalli ha voluto sottolineare come l’incontro sia stato un’occasione unica, la prima in quindici anni di Serate Lunigianesi in cui storia, scienza e tradizione popolare si sono incontrate, rendendo così l’appuntamento unico e inaspettato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure