Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Luglio - ore 16.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Maria Mattei racconta le "Scultrici e viaggiatrici americane a Carrara"

Maria Mattei racconta le `Scultrici e viaggiatrici americane a Carrara`

Lunigiana - Giovedì 16 Marzo, alle ore 17,30, presso la sala Gestri della Biblioteca Civica di Carrara, Maria Mattei, appassionata studiosa dei rapporti tra il marmo, la scultura, la cultura internazionale e il territorio apuano, terrà una conferenza organizzata da Apuamater con il patrocinio del Comune di Carrara, sul tema " Scultrici e viaggiatrici americane a Carrara".
La vicinanza dell’universo femminile al mondo del marmo, considerato lungamente un ambito strettamente – se non esclusivamente - maschile, è ancora in larga parte da approfondire. Le ricerche di Maria Mattei, vincendo non pochi pregiudizi al riguardo, hanno già portato alla luce interessanti legami, emersi nel corso dell’800, tra le scultrici e le intellettuali americane e la città di Carrara, centro mondiale di escavazione e lavorazione del marmo.
Non solo i nomi delle scultrici Vinnie Ream e Adelaide Johnson, (alle quali si devono affiancare per altri aspetti le scultrici Harriet Goodhue Hosmer e “la ragazza nera” Edmonia Lewis) contribuirono a far apprezzare un’arte scultorea tutta femminile, maturata nel fertile ambiente carrarese, ma anche le intellettuali Frances E. Willard e Margaret Fuller Ossoli, scelsero l’Italia per condurre il loro percorso di ricerca e formazione personale.
E’ una rivoluzione culturale destinata a cambiare lo stereotipo dell’artista-uomo sedimentata nell’immaginario collettivo, che unendo creatività e forza virile, strappava al marmo la forma contenuta nel blocco.
La presenza italiana di queste donne colte e culturalmente impegnate, si intreccia intensamente con le vicende di un periodo storico nel quale, in Italia, erano in corso le grandi battaglie risorgimentali per l’Unificazione nazionale.
All’interno di questo viaggio, condotto dalle scultrici e dalle intellettuali americane con grande determinazione e professionalità, il marmo e Carrara e la grande tradizione scultorea della città apuana vengono a svolgere un ruolo essenziale.
Il loro lavoro non si limita al contributo originale offerto al quadro internazionale delle arti figurative e plastiche, ma contribuisce in modo fondamentale e determinante alla conquista e alla definizione di uno spazio creativo autonomo delle donne, che attraverso l’affermazione artistica liberano le loro capacità espressive emancipandosi da una tradizione che le voleva relegate unicamente nei tradizionali ruoli familiari e comunque in posizione di subalternità rispetto agli uomini.
L’arte e il marmo divengono quindi, oltre che mezzo creativo, strumento attraverso il quale si realizza una nuova e reale dimensione della libertà femminile. Come sempre, la partecipazione alla conferenza è libera e la cittadinanza è invitata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure