Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Settembre - ore 11.24

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Fino al cuore della rivolta" concede un "Extra" venerdì 30 e sabato 31 agosto

"Fino al cuore della rivolta" concede un "Extra" venerdì 30 e sabato 31 agosto

Lunigiana - L’estate non finisce qui! Quest’anno una grande sorpresa per la XV edizione del festival della Resistenza: dopo lo straordinario successo della cinque giorni del festival della Resistenza (dal 2 al 6 agosto). Archivi della Resistenza regala al suo vasto pubblico un’edizione EXTRA di “Fino al cuore della rivolta”: due date a sorpresa venerdì 30 e sabato 31 agosto 2019. L’invito per tutti e tutte è di tornare “fino al cuore della rivolta”, sotto i castagni secolari che circondano il Museo Audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo, per continuare a parlare di cultura, Resistenza, musica e Antifascismo. Anche la due giorni dell’EXTRA festival presenta un programma ricco di grandi nomi del panorama teatrale e musicale: Ascanio Celestini e Giorgio Canali insieme a Rossofuoco e per il pubblico più giovane gli artisti Maria Antonietta e Cecco e Cipo. Si ripete la formula vincente del festival che riesce a combinare un’offerta culturale di alto profilo con una partecipazione straordinaria dei più giovani, raggiungendo così lo scopo di avvicinare generazioni differenti allo spirito di condivisione e partecipazione di un pubblico che ormai costituisce una comunità sempre più vasta e, insieme, valorizzare e difendere la memoria della Resistenza.

Queste due serate di festival sono state un regalo imprevisto per il pubblico del festival e in queste ore si registra un certo entusiasmo sui social. Le due date servono anche a confermare quella che è l’impresa vinta dal festival, realizzata dai volontari dell’associazione Archivi della Resistenza, ovvero avvicinare un pubblico eterogeneo ad un luogo della memoria per fare cultura e Resistenza e questa sfida è stata vinta nel corso di quindici anni in cui il museo si è configurato come un luogo di affezione per molti spettatori. Per questo merita di essere celebrata ancora e fino al cuore della rivolta continua, come la Resistenza continua secondo un celebre slogan.

Venerdì 30, si parte con Ascanio Celestini, uno die principali esponenti del cosiddetto “teatro civile” che dalle ore 21:00 ci racconta gli ultimi suoi libri di grande successo ("Barzelette", Einaudi e "L'armata dei senzatetto" Conrasto), in cui l’autore affronta, senza sconti, la società odierna e il clima di cinismo e cattiveria in atto nel paese, sfidando a suon di risate i professionisti della paura. A seguire il concerto di Cecco e Cipo, artisti emersi dopo la partecipazione al talent show X-Factor, che per la prima volta solcheranno il palco del festival, presentando dal vivo il loro quarto disco “Straordinario”, composto da otto brani che tratteggiano un nuovo percorso, dove l’amore è protagonista, e dove il gusto per le atmosfere folk e cantautorali incontra quello per il rock e il pop più ritmato e dalle influenze british.

Sabato 31, per la prima volta sul palco del “Fino al cuore della rivolta”, la cantautrice Maria Antonietta. Maria Antonietta sul palco dell’Extra Festival porta il reading-concerto tratto dal suo primo libro “Sette Ragazze Imperdonabili”, uscito il 19 marzo per Rizzoli, una perfetta combinazione di letture musicate e canzoni tratte dal suo repertorio. Sul palco con lei ci sarà Daniele Rossi, che si alternerà tra chitarra baritona, violoncello, tastiere e banjo. Lo spettacolo è un omaggio alle sue sorelle maggiori Cristina Campo, Etty Hillesum, Antonia Pozzi, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Marina Cvetaeva, Giovanna d’Arco. Femmine radicali, impazienti, oneste e spesso antipatiche, che l’hanno ispirata negli anni e alle quali ha voluto dedicare una serie di racconti e poesie. Alle ore 22:00, il gran finale è affidato a Giorgio Canali che insieme ai Rossofuoco porta il suo ultimo album "Undici canzoni di merda con la pioggia dentro". Giorgio Canali è uno dei musicisti più importanti sulla scena rock (ha collaborato con PFM e Litfiba e ha fatto parte di CCCP e CSI), dall’animo ribelle ha da sempre incanalato la rabbia e il suo gusto eclettico nell’elaborazione musicale: la trasposizione delle proteste, delle urla e delle grida in musica, accompagnate da riff di chitarra per uno spettacolo travolgente.

Si ricorda al pubblico che la gastronomia inizia dalle 19.30, e che sarà attivo il servizio navette dal borgo di Fosdinovo, occorre seguire le istruzioni sulla viabilità presenti sul tragitto. Info 3290099418 e info@archividelalresistenza.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News