Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Marzo - ore 18.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pusher va in caserma perché ha perso i documenti: arrestato

Il giovane, un marocchino 23enne, era ricercato da diversi giorni e sono stati proprio i Carabinieri di Aulla a individuarlo.

Pusher va in caserma perché ha perso i documenti: arrestato

Lunigiana - Nella settimana appena trascorsa i carabinieri della Compagnia di Pontremoli hanno fortemente intensificato i controlli su tutta l’area di competenza in vista dell’arrivo delle festività natalizie. In particolare è stato svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha visto impiegati i militari di diverse stazioni della Lunigiana e dell’aliquota radiomobile e che si è concluso questa notte ad Aulla dove gli uomini e le donne dell’Arma hanno concentrato gli sforzi supportati anche dai militari della Compagnia di Intervento Operativo di Firenze.

In questi giorni numerose pattuglie dell’Arma hanno battuto a tappeto la città di Aulla in cui sono stati predisposti posti di controllo, controllate persone sospette ed esercizi pubblici. Particolare attenzione è stata posta alle cosiddette zone sensibili quali la stazione ferroviaria e a quella dei bus di Aulla.

A finire nella rete dei controlli è stato un marocchino di 23 anni che è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Aulla per traffico di sostanze stupefacenti in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lucca. L’uomo era ricercato da diversi giorni e sono stati proprio i carabinieri di Aulla a individuarlo quando si era recato in caserma per fare una denuncia di smarrimento.

Lo straniero era venuto ad Aulla per incontrare la fidanzata e nell’occasione aveva approfittato per denunciare lo smarrimento dei propri documenti. Forse non sapeva che a suo carico era stata emessa una sentenza di condanna di 10 mesi e 20 giorni di reclusione per reati inerenti gli stupefacenti commessi nel luglio 2015 a Pietrasanta.

I militari, dopo che l’uomo aveva lasciato la caserma, hanno svolto degli accertamenti più approfonditi e scoperto l’ordine di carcerazione a suo carico emesso pochi giorni. Così, subito dopo, hanno rintracciato lo straniero prima che andasse via da Aulla o lo hanno tratto in arresto. Il 23enne è stato condotto in carcere a Massa dove adesso dovrà scontare la pena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News