Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Marzo - ore 21.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fallito il colpo di Natale, ladri in manette

È successo ad Aulla nelle ore del cenone della Vigilia dopo la segnalazione di un cittadino ai carabinieri. Si tratta di due georgiani: uno in carcere, l'altro ai domiciliari

Nel bel mezzo...
Fallito il colpo di Natale, ladri in manette

Lunigiana - Mancano poche ore all’inizio del tradizionale cenone della vigilia di Natale, quando tutti iniziano a ritrovarsi con i parenti per celebrare al meglio l’avvento del Natale; vogliono approfittare di questo, forse, due malviventi di 32 e 29 anni già noti alle forze dell’ordine e di origine georgiana. Uno dei due vanta un lungo curriculum criminale ed è già finito nella rete delle forze dell’ordine diverse volte per furti in appartamento. Lo stesso, proveniente da Firenze così come il complice, registra reati in diverse città d’Italia. Hanno deciso di colpire nuovamente e questa volta, l’obiettivo individuato è un’abitazione ad Aulla.

Diversi i sopralluoghi svolti già negli scorsi giorni, come segnalato da qualche cittadino ai Carabinieri della locale Stazione che per queste festività hanno intensificato i loro servizi di controllo del territorio. I due si introducono con destrezza nell’obiettivo prescelto ed una volta salite le scale provano ad aprire la porta d’ingresso dell’abitazione. Peccato che loro presenza sospetta è stata notata da un cittadino che ha ben pensato di avvisare tempestivamente i Carabinieri che si trovano con una delle diverse pattuglie a presidio del territorio proprio nelle vicinanze. I due malfattori si accorgono di qualcosa che non va e decidono di darsi alla fuga pochi secondi prima dell’arrivo dei Carabinieri i quali, giunti sul posto, acquisiscono la descrizione dei soggetti ed iniziano a battere a tappeto la città alla ricerca dei fuggitivi.

Dopo accurate e pressanti ricerche i Carabinieri di Aulla riescono ad individuare i due malviventi che a piedi stanno cercando di confondersi tra gli altri. Immediato il blitz che consente di bloccarli ed assicurarli alla giustizia. I due vengono portati in caserma ed all’esito della perquisizione vengono trovati in possesso di una scheda telefonica tagliata alle estremità, utilizzata verosimilmente per forzare le porte d’ingresso oltre che di un anello ed una collanina in oro, probabilmente provento di altri furti e sequestrati dai Carabinieri. Per i due georgiani scatta quindi l’arresto in flagranza di reato e vengono trattenuti presso le camere di sicurezza della Stazione di Pontremoli; infatti alle 9 di oggi, 25 dicembre, i due sono stati immediatamente processati ed il Sostituto Procuratore della Procura di Massa, Alessia Iacopini, oltre alla convalida dell’arresto, ha chiesto e ottenuto dal giudice l’emissione della misura della custodia cautelare in carcere nei loro confronti di uno, mentre per l'altro, privo di precedenti specifici è stata disposta la misura dell'obbligo di dimora nella città di Firenze.

Continueranno in queste ore le ricerche di eventuali ma probabili complici probabilmente a bordo di un’autovettura; i Carabinieri erano stati fiduciosi di poterli individuare considerato anche non erano verosimilmente a conoscenza dell’arresto dei complici ma la notizia, circolata immediatamente sui social, li ha probabilmente messi in allarme ed in fuga.

Un’operazione quella di oggi che è il frutto dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio da parte dell’Arma in queste festività natalizie; molto infatti i Carabinieri che passeranno queste festività al servizio dei cittadini, lontano dai loro affetti e dalle loro famiglie ma fieri di rendere più sicuro il territorio in cui operano.

I Carabinieri ringraziano sentitamente il cittadino che con la sua tempestiva segnalazione ha permesso all’Arma di assicurare alla giustizia i malviventi ed invitano tutti a segnalare tempestivamente al 112 ogni movimento sospetto; solo la segnalazione alle Forze dell’Ordine, infatti, può mettere i militari dell’Arma nelle condizioni di operare e la collaborazione dei cittadini è per i Carabinieri fondamentale; diverse volte tante segnalazioni non arrivano ai Carabinieri o arrivano soltanto dopo che sono già circolate sui social, pregiudicando così il buon esito delle indagini, considerato che la segnalazione può venire a conoscenza anche dei malviventi e metterli in allarme. Le indagini, infatti, fanno sempre il loro corso anche se i cittadini spesso non ne possono venire a conoscenza a causa del segreto investigativo che esiste proprio per non mettere in allarme le persone indagate e consentire che la giustizia faccia il suo corso.

Indagini che continueranno senza sosta anche in questi giorni in particolare per capire se la banda disarticolata oggi si è resa responsabile di altri reati sul territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News