Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 19.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Delitti lunigianesi: scoperto un reato su tre e 18 arresti

Dai carabinieri tutti i numeri dei primi quattro mesi del 2018: 120 persone denunciate a piede libero.

In calo i furti
Delitti lunigianesi: scoperto un reato su tre e 18 arresti

Lunigiana - Sono stati mesi molto intensi quelli trascorsi dall’inizio dell’anno per i carabinieri della Compagnia di Pontremoli che, impegnati su numerosi fronti, hanno conseguito importanti risultati nel contrasto alla criminalità. Lo sforzo dell’Arma è stato massimo in tutta la Lunigiana, costante la risposta alle richieste di sicurezza della comunità: 18 le persone arrestate e 120 quelle denunciate a piede libero; questi i numeri che riassumono l’attività di contrasto svolta dai Carabinieri dall’inizio dell’anno.

Diverse le operazioni significative dei Carabinieri della Compagnia di Pontremoli, che comprende quasi tutte le Stazioni della Lunigiana. Ultima in ordine temporale l’arresto (eseguito dalla Stazione di Aulla) per atti persecutori di un 27enne, monitorato da diverso tempo, fermato sotto la sede di lavoro della ex compagna con due bottiglie di benzina e dei fiammiferi prima che potesse passare all’azione. L’uomo, a seguito di attività investigativa, è stato anche denunciato per furto in abitazione e per danneggiamento sempre ai danni della ex. Sempre nelle ultime settimane l’arresto, anche questo ad opera dei Carabinieri di Aulla, di 3 persone trovate in possesso di circa un chilo di sostanza stupefacente tra eroina e cocaina, 17.000 euro in contanti ed una pistola carica. Solo l’ultimo di una serie di risultati conseguiti nell’ambito del contrasto allo spaccio di stupefacenti. Degna di nota anche l’operazione che ha portato all’arresto di un pregiudicato marocchino di 33 anni al termine di un pericoloso inseguimento eseguito dai Carabinieri della Stazione di Licciana Nardi che lo hanno trovato in possesso di una pistola carica, di un coltello e di diverse dosi di stupefacente. L’uomo, adesso in carcere, è stato anche denunciato per il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti ematici per verificare l’eventuale assunzione di stupefacenti e per guida senza patente. Altra operazione di rilievo è stata quella che ha portato all’arresto, agli inizi del mese di gennaio ad opera dei militari dell’Aliquota Radiomobile di Pontremoli, di un 42enne trovato in possesso di un discreto quantitativo di cocaina. Anche lui era sprovvisto di patente ed è stato denunciato per guida senza patente aggravata dalla reiterazione del reato.

Prevenzione e sicurezza dei cittadini da una parte, repressione dei reati e attività investigative dall’altra: questi gli obiettivi cui si sono dedicati i militari dell’Arma che hanno portato ad un calo dei reati ed un considerevole aumento dei delitti scoperti. Su 322 reati denunciati i Carabinieri ne hanno scoperti 113, riuscendo ad individuare il responsabile dei delitti più di una volta su tre. In calo anche il numero dei furti, fenomeno che ha visto anche in questo ambito importanti risultati da parte dei militari che hanno individuato i responsabili in un caso su dieci (13 i furti scoperti), dato molto incoraggiante considerate le difficoltà delle indagini in questo settore, in cui spesso sono scarsi gli indizi a disposizione dei militari.

Numeri confortanti arrivano anche dal controllo del territorio, a cui i Carabinieri da sempre dedicano grande attenzione: sono 6.834 le persone e 5.544 i veicoli controllati nel primo quadrimestre del 2018, a testimonianza di un massiccio impegno quotidiano dei militari nel settore della prevenzione dei reati. Particolare attenzione gli uomini e le donne dell’Arma hanno dedicato anche ai provvedimenti di prevenzione nei confronti delle persone socialmente pericolose. 9 le proposte di misure di prevenzione inoltrate di cui 6 già accolte e notificate. Soggetti che vengono costantemente monitorati come dimostrano i 3 arresti e le diverse denunce di pregiudicati per evasione ed inosservanza delle prescrizioni imposte.

In ultimo, da sempre considerata fondamentale dall’Arma, l’attività di prossimità ai cittadini che in circa 2.000 nel periodo in esame si sono rivolti alle Stazioni della Lunigiana. I motivi che spingono il cittadino a recarsi dai Carabinieri consistono molto spesso anche nella sola richiesta di un consiglio, nella rappresentazione di un problema o ancora nella necessità di un aiuto nelle risoluzione di semplici problematiche quotidiane, come accade molto spesso soprattutto alle persone anziane, che trovano negli uomini e nelle donne dell’Arma dei sicuri riferimenti cui rivolgersi per far fronte alle più svariate esigenze: ad esempio, parlare con un operatore telefonico o capire se c’è qualcosa che non va nella bolletta da pagare. Anziani a cui i Carabinieri hanno dedicato numerosi incontri in tutta la Lunigiana per sensibilizzarli sul fenomeno delle truffe così come è stato fatto con i giovani, con cui si è parlato di droga, alcool e bullismo, nelle diverse conferenze per la legalità tenute nelle scuole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News