Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 07 Marzo - ore 19.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ancora sei strade chiuse in Lunigiana a causa del maltempo

chiesta la calamità naturale
Frana

Lunigiana - Il riconoscimento dello stato di calamità naturale di livello regionale e un finanziamento straordinario di 1,5 milioni di euro per il ripristino della viabilità provinciale: è quanto ha richiesto il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, nella lettera inviata al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, e all’assessore all’ambiente, difesa del suolo e protezione civile della Regione Toscana, Monia Monni, per i danni causati dal maltempo nello scorso fine settimana.
"Nelle giornate 22-23 gennaio 2021 – ha scritto il presidente – si sono verificati allagamenti, danni alle coltivazioni, numerose frane e smottamenti in tutto il territorio lunigianese, con particolare intensità nei comuni della Lunigiana nord occidentale, già interessati dalle eccezionali nevicate delle settimane precedenti. Molte sono state le strade provinciali e comunali chiuse e gravi i disagi per la circolazione, già segnalate dalla Protezione civile provinciale. Dall’inizio dell’allerta di venerdì 22 è stata attivata la sala operativa provinciale unitamente alla Prefettura per la gestione dell’emergenza. Nella giornata di domenica 24 gennaio insieme ai sindaci e ai tecnici della Provincia e dei Comuni, è stato effettuato un primo sopralluogo e avviati gli interventi possibili in emergenza".

Sono state sette le strade provinciali chiuse a causa di questa emergenza: SP 37 Pontremoli-Zeri, SP 38 Succisa, SP 63 Guinadi, SP 58 Ugliancaldo, SP 67 Bagnone-Iera, SP 17 Posara, SP 75 di Lagastrello-Comano: di queste solo la Sp 67 di Bagnone è stata riaperta a senso unico alternato con il divieto di transito per i mezzi superiori ai 2,20 metri di larghezza.
Oltre allo stato di emergenza, come scritto, è stato richiesto un finanziamento straordinario indicato sommariamente in 1,5 milioni di Euro per poter garantire la riapertura in sicurezza delle strade provinciali chiuse e poter ripristinare i collegamenti con le frazioni montane interessate. La lettera si chiude con l’invito da parte del presidente Lorenzetti a "valutare la possibilità di mettere in campo un intervento finanziario pluriennale per consentire a questa Provincia di programmare un piano di manutenzione straordinaria pluriennale in grado di mettere in sicurezza le infrastrutture viabili del territorio provinciale con interventi risolutivi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News