Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Giugno - ore 00.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia
Ultimo aggiornamento: 26/06/2017 00:24:11 Sezioni 89 di 96 Tutti i risultati >>

Rianimazione e anestesia resteranno negli ospedali di Pontremoli e Fivizzano

La decisione è stata comunicata dalla direzione dell’Asl nel corso della riunione della Società della Salute.

Rianimazione e anestesia resteranno negli ospedali di Pontremoli e Fivizzano

Lunigiana - Gli stabilimenti ospedalieri di Pontremoli e Fivizzano continueranno a poter contare su una struttura di anestesia e rianimazione. Si tratta tra l’altro dell’unico caso - in tutta l’Azienda USL Toscana nord ovest e non solo - di presidio ospedaliero in zona disagiata in cui è presente un servizio di questo genere.
La stabilizzazione dell’attività di rianimazione in Lunigiana è stata comunicata dalla direzione dell’Azienda sanitaria nel corso della riunione della locale Società della Salute, che si è svolta ieri (19 giugno) nella sede del Comune di Aulla.

"E’ stata infatti costituita — spiega l'Asl — un’unica unità operativa complessa che include la zona di costa e la Lunigiana, la quale mantiene comunque un’unità operativa semplice, affidata a un dirigente medico, il dottor Marco Mariotti. Grazie a questa riorganizzazione del servizio di rianimazione e al lavoro in rete con l’ospedale Apuane, verrà sempre garantita la presenza del personale medico necessario per gli ospedali di Pontremoli e Fivizzano".
"Dunque — prosegue l'Asl — ci sarà un’equipe di medici anestesisti che, nel sistema della turnazione, si muoverà tra la costa e la Lunigiana e permetterà di avere anche negli ospedali più piccoli personale di notevole esperienza e con casistica più complessa.

E’ un modello di lavoro in rete già utilizzato con successo ad esempio sul territorio dell’ex Azienda USL 2 di Lucca, dove da tempo gli stessi anestesisti lavorano sia all’ospedale di Lucca che negli ospedali montani di Castelnuovo Garfagnana e Barga. Ed è già quanto succede proprio in Lunigiana per l’Ortopedia. In questo specifico ambito, infatti, è già presente un direttore di unità operativa semplice all’insegna della continuità, mentre l’integrazione con i grandi ospedali permette di definire percorsi comuni. Ciò soprattutto ad ulteriore tutela della Lunigiana che, anche per il settore della Rianimazione, ne esce sicuramente rafforzata, a tutto vantaggio della qualità e della sicurezza delle cure assicurate ai cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure