Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 03 Marzo - ore 21.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pontremolese, Lunezia frena gli entusiasmi: "Servono progetto galleria e subcommissari"

L'associazione accoglie positivamente l'inserimento del raddoppio tra le priorità romane, ma mette sul tavolo una serie di ostacoli da non ignorare.

"Così niente Recovery plan"

Lunigiana - Il raddoppio della Pontremolese è stato inserito nel recente Dpcm che elenca le opere infrastrutturali ritenute strategichedal governo, con contestuale nomina dell'ingegner Mariano Cocchetti a commissario straordinario per l'opera, attesa e dibattuta da decenni. Una notizia che ha inevitabilmente incassato il pollice all'insù dell'associazione Lunezia, che si batte per la nascita di una nuova regione che unisca Spezzino, Parmense, territorio apuano e scampoli di Emilia e Lombardia. E che ha nel raddoppio della linea ferroviaria Pontremolese una delle sue battaglie, come ribadito anche nel partecipato convegno organizzato a Lerici poco più di un anno fa. Ma attenzione: il sodalizio, in una nota sottoscritta dal presidente Rodolfo Marchini e dal responsabile enti locali Egidio Banti, invita alla prudenza. Positivo il fatto che, si legge, “lo Stato italiano conferma la volontà di pervenire al raddoppio completo della linea, e di volerlo fare con procedure abbreviate, in una prospettiva europea”, ma attenzione a pensare di essere di fronte a un gioco da ragazzi. “Lunezia – scrivono Marchini e Banti - consapevole di come sia ancora molta la strada che resta da fare e che molti saranno ancora gli ostacoli su quel percorso, non può associarsi ai giudizi del tutto ottimistici che diverse forze politiche e sociali hanno espresso in questi giorni, quasi che tutte le resistenze siano state rimosse e tutti i punti vuoti siano stati riempiti. Purtroppo così non è”.

Quali, secondo l'associazione, i nodi da considerare?. “Manca ancora il progetto definitivo della nuova galleria di valico – si legge nel documento -, e tale mancanza rappresenta un ostacolo significativo al finanziamento complessivo dell’opera, essendo evidente che la somma complessiva prevista, ampiamente superiore al miliardo di euro, non verrà stanziata se non a progetto definito e approvato; appare evidente, tra gli altri aspetti, che in tale condizione il progetto di realizzazione della galleria e quindi il reale completamento dell’opera non potrà essere ricompreso nel Recovery Plan europeo; mancano – a nostra conoscenza – adeguate intese circa lo sviluppo del traffico passeggeri sulla tratta La Spezia – Parma, con particolare riferimento alle sub tratte Pontremoli – Borgo Val di Taro e Borgo Val di Taro – Fornovo – Parma, in relazione alle modalità di esercizio all’indomani della realizzazione della nuova galleria di valico; 3.4 La Regione Emilia Romagna, insieme alle province interessate, è chiamata chiarire i propri programmi economici ed infrastrutturali relativi alla linea del Brennero e, in particolare, all’asse Emilia Romagna – Verona. Il progressivo allargamento anche in questo 2021 delle iniziative in atto da parte di BolognaFiere e di IEG (Rimini) nel settore Food & Beverage non può non suscitare preoccupazioni in chi ha sempre ritenuto che detto settore abbia proprio nell’asse Parma – Verona una posizione di eccellenza nazionale, da incentivare anche sul piano infrastrutturale, con allargamento anche ai prodotti del mare e della pesca”; infine, “la nomina di un noto dirigente di Rfi quale commissario straordinario è certamente positiva, ma va accompagnata da misure in grado di consentirgli un’adeguata resa operativa, tenuto conto dei gravosi impegni che già gli spettano in ordine al potenziamento delle linee ferroviarie sulla tratta Genova – Milano”.

A questi rilievi, Lunezia associa una serie di proposte. Per l'associazione, il commissario Cocchetti, una volta formalizzata la nomina, dovrà incontrare “le autorità istituzionali competenti per la Pontremolese e, qualora la sua sede di lavoro, come è verosimile, rimanga a Genova, provveda all’istituzione sul territorio interessato di un ufficio con il quale istituzioni e parti sociali possano confrontarsi in modo adeguato, anche ed in particolare con la nomina di sub-commissari operativi”. Altro punto, l'associazione chiede e auspica che “la Provincia di Parma avvii da subito un tavolo di confronto per la definizione delle prospettive della linea passeggeri Pontremolese, con particolare riferimento alle prospettive delle tratta Borgo Val di Taro – Fornovo – Parma e Borgo Val di Taro – Pontremoli, da ritenersi fondamentali per le attività di carattere scolastico, economico, socio-sanitario che già, pur tra tante difficoltà, determinano processi di integrazioni tra i territori di che trattasi. I risultati di detto tavolo, non secondari rispetto al progetto definitivo di raddoppio, vengano così sottoposti alla gestione commissariale”. E ancora, scrivono Marchini e Banti, “la Camera di commercio di Parma e le istituzioni di gestione di ParmaFiere vengano coinvolte nel progetto di completamento del raddoppio, con particolare riferimento alle successive prospettive di sviluppo del tracciato Mare – Parma – Verona – Brennero”. Su questi elementi, l'associazione Lunezia “si riserva di richiedere incontri sia alle autorità competenti sia al commissario straordinario, così come di tenere via via informata l’opinione pubblica in modo corretto e completo circa gli sviluppi di quanto sopra descritto e le iniziative volte ad accelerere i tempi di realizzazione del completamento dell’opera”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News