Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Marzo - ore 22.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Ritratti dalla Filanda", dal documentario alla fotografia

Sebastiani: "Ricostruire il ritratto di una persona significa ascoltarla, farle domande, comprenderla, trovare le somiglianze con le nostre vite, capire che era una persona come noi".

A Tresana
"Ritratti dalla Filanda", dal documentario alla fotografia

Lunigiana - Il passato industriale lunigianese torna protagonista. Perlomeno in foto. Il Comune di Tresana è lieto di ospitare la giornata di presentazione del progetto “Ritratti dalla Filanda”, che prevede il coinvolgimento di due professionisti della fotografia, in due finesettimana, sotto l’egida di tre enti organizzatori. Spiega Francesca Fontana, dell’associazione Lunica Foto: "Siamo felici di partire da un progetto didattico, il documentario, che abbiamo seguito sin dagli esordi. Gli studenti del Liceo Classico Giacomo Leopardi di Aulla nel corso dell’anno accademico 2017/18 si sono riappropriati del passato dello Jutificio Montecatini e ce lo hanno reso in una forma, quella del documentario, che è di ispirazione per altri lavori, che avranno un’altra forma estetica, un’altra intenzione artistica, un’altra passione sociale, che esce dai corridoi di scuola e attraversa la Lunigiana tutta nella forma del ritratto".

"Ricostruire il ritratto di una persona – specifica Melania Sebastiani, associazione Fili di Juta -, significa ascoltarla, farle domande, comprenderla, trovare le somiglianze con le nostre vite, capire che era una persona come noi, restituire il suo volto che è poi il volto di nostri familiari e amici". Puntualizza Daniele Giannetti, Gruppo Fotoamatori Tresana: «È un ritratto fotografico, è vero, ma è soprattutto un ritratto sociale. Nel benevolo inganno costituito dalla richiesta di scattare una foto, ricerchiamo la Storia».

Fili di Juta, Gruppo Fotoamatori Tresana e Lunica Foto ripercorrono le tappe di una grande impresa, andando a cercare i soggetti protagonisti del Novecento industriale lunigianese e i loro discendenti. Tanti volti, tanti oggetti. Tante storie.
Storie di fabbrica. Storie di Lunigiana. Storie intime. Storie che fanno parte della Grande Storia nazionale. A partire dalle 17, nella sala consiliare del Comune di Tresana, in piazza XXV Aprile a Barbarasco, sabato 2 febbraio avverrà uno scambio di oggetti e aneddoti che ricordino il tempo in cui i lunigianesi (e, soprattutto, le lunigianesi), filavano.

Non manca il contributo istituzionale e personale del padrone di casa, il sindaco Matteo Mastrini: «Anche mia nonna Eleonora era una filandina!», racconta, stringendo il fio che unisce storia pubblica e privata. Dopo i saluti delle autorità, i tre enti sopracitati entreranno nel dettaglio del progetto fotografico “Ritratti dalla Filanda” che coinvolgerà la popolazione sotto la guida di due esperti ritrattisti per i prossimi mesi. A seguire, proiezione del documentario “La Filanda: una fabbrica, un quartiere, un mondo”, realizzato nel 2018 dagli studenti di IB del Liceo Classico Giacomo Leopardi di Aulla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News