Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Agosto - ore 18.23

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Impiantistica sportiva, prorogato di sei mesi il bando della Regione

Ancora un milione a disposizione
Impiantistica sportiva, prorogato di sei mesi il bando della Regione

Liguria - Regione Liguria ha prorogato di altri 6 mesi il bando “Fondo di Garanzia” a favore delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche per finanziamenti destinati alla riqualificazione dell'impiantistica sportiva. Il Bando, che doveva chiudere il 15 marzo prossimo, è stato prorogato al 30 settembre 2019 per consentire la realizzazione di ulteriori interventi di carattere impiantistico sportivo.

Con l'attuazione del patto per lo sport, firmato il 9 maggio 2017 tra Regione Liguria, Comitato Regionale Liguria CONI e Comitato Italiano Paralimpico della Liguria, la Regione ha destinato, per la prima volta, un Fondo di Garanzia, attivando 1,5 milioni di euro derivanti dalla programmazione POR-FESR a supporto di finanziamenti concessi alle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche da Banche Convenzionate con Filse, con un moltiplicatore 2 (la disponibilità di finanziamento ammontava, di fatto, a 3 milioni di euro). L'obiettivo di Regione Liguria era quello di aiutare le società sportive a realizzare interventi di riqualificazione degli impianti facendosi da garante presso le banche convenzionate per l'accensione dei mutui.

Ad oggi sono stati ammessi e garantiti interventi per 14 soggetti richiedenti, su tutto il territorio regionale, per oltre 1.262.000 euro e rilasciate garanzie da FILSE, la Finanziaria della Regione Liguria, pari all’80% degli investimenti ammessi per oltre 1.100.000 euro. Sono ancora disponibili, quindi, calcolando il moltiplicatore 2 riconosciuto dalle banche, fondi per circa 2 milioni di euro.

"Abbiamo già finanziato 14 interventi con un meccanismo che si è dimostrato, come avevamo previsto, vitale e virtuoso per le società - afferma Ilaria cavo, assessore allo Sport di Regione Liguria - Regione, istituendo un fondo di garanzia, si è fatta garante per mutui che le Società Sportive non avrebbero potuto accendere da sole. Abbiamo evitato che presidenti di società dovessero impegnarsi in ipoteche su beni personali o in fideiussioni. Il fondo ha ancora una capienza di quasi un milione di euro: abbiamo ritenuto fosse importante, proprio perché ha funzionato, continuare a destinare queste risorse per l'impiantistica perché crediamo nello sport e nei valori che rappresenta".

Gli investimenti devono essere realizzati nell’ambito di una o più sedi, dove i beneficiari svolgono regolarmente l’attività sportiva, localizzate nel territorio della Regione Liguria. La soglia minima dell’investimento ammesso è di 40.000 euro, mentre la soglia massima del valore dei beni ammessi ad agevolazione è fissata in 400.000 euro per ciascun beneficiario.

"È la risposta che attendeva da noi il mondo sportivo - aggiunge l'assessore allo Sviluppo economico, Andrea Benveduti - era importante proseguire nella direzione intrapresa, per continuare a dare ossigeno alle società che vogliono fare investimenti sul nostro territorio. Analogamente alle piccole imprese queste realtà riscontrano spesso difficoltà nell'accedere al credito. Oltre a svolgere un ruolo fondamentale di socialità e aggregazione nei nostri quartieri e nei piccoli centri, sono anche fonte di occupazione, soprattutto per i nostri giovani. Investire sulle strutture significa investire anche sui risultati sportivi della nostra regione".

Sono ammissibili ad agevolazione le seguenti tipologie di spesa (funzionali all’attività sportiva svolta e alla sede nella quale si svolge l’attività sportiva): le spese per acquisto di macchinari ed attrezzature sportive, non oggetto di assegnazione esclusiva a singolo atleta; arredi, mezzi mobili a servizio esclusivo dell’attività sportiva, attrezzature accessorie al funzionamento della sede nella quale si svolge l’attività sportiva e alla relativa sicurezza, (anche sotto il profilo sanitario); dotazioni necessarie a garantire la sicurezza e la salute degli utenti; le opere murarie ed assimilate, con particolare riguardo per gli interventi volti al superamento delle barriere architettoniche delle strutture sportive nelle quali si esercita l’attività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News