Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Gennaio - ore 14.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Treni, il Pd: "Biglietti più cari, servizi ridotti"

Treni, il Pd: `Biglietti più cari, servizi ridotti`

Liguria - “E’ assurdo aumentare il biglietto dei treni liguri in un contesto di riduzione dei servizi e in assenza di quei collegamenti veloci promessi, ma non ancora attivati”. A dirlo sono i consiglieri regionali del Partito Democratico ligure Raffaella Paita e Giovanni Lunardon, in riferimento ai rincari sui ticket ferroviari partiti questo mese e decisi dalla Giunta Toti e da Trenitalia. “Quest’intervento – continuano gli esponenti del Pd – è ancora più ingiustificato a fronte di una situazione ligure di grave crisi e di aumenti diffusi. Se sommiamo il rincaro dei biglietti dei treni all’estensione del pagamento dell’Irpef regionale sulla sanità, al mancato taglio delle accise liguri sulla benzina e a una situazione di stagnazione economica che da mesi sta attanagliando la nostra regione (in totale controtendenza con i segnali positivi riscontrati sul fronte nazionale) ci rendiamo conto di quanto sia sbagliata questa decisione. La Giunta Toti pertanto si faccia sentire con le Ferrovia e provi a cambiare la rotta. O almeno blocchi gli aumenti finché gli investimenti promessi da Trenitalia non diventeranno realtà, convocando, nel frattempo, un tavolo con pendolari e sindacati per ridiscutere le tariffe. Al momento i disagi per gli utenti sono tanti, sia sulle tratte brevi (come i disservizi denunciati dai cittadini delle Cinque Terre e dai pendolari della Genova-Acqui Terme) sia per i viaggi a lunga percorrenza (come il treno del mattino per Roma che adesso parte mezz’ora in anticipo ma arriva allo stesso orario di prima)”. Secondo Paita e Lunardon però il problema non riguarda esclusivamente le ferrovie, ma il quadro d’insieme della Liguria. “Questi aumenti tariffari sono solo la punta dell’iceberg – denunciano i consiglieri regionali del Pd – di una questione molto più ampia. La nostra regione si è fermata e manca un disegno complessivo sul fronte economico e su quello infrastrutturale. La Giunta Toti non ha concepito alcuna nuova opera e gli interventi avviati in precedenza sono fermi, perché in Liguria si è smesso di progettare. Il Terzo Valico è in stallo, della gronda non se ne parla più e il Tunnel della Valfontanabuona è scomparso dall’agenda politica. Siamo di fronte a una regione che ha smesso di guardare al futuro. Gli unici interventi messi in atto dalla Giunta Toti, al momento, riguardano rincari e nuove tasse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure