Città della Spezia Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Febbraio - ore 22.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Toti si alza e va a Borghetto, l'opposizione si infuria

Il presidente ha lasciato la Commissione bilancio per raggiungere Anas in Val di Vara.

Toti si alza e va a Borghetto, l'opposizione si infuria

Liguria - Stamattina, a un certo punto, il presidente della Regione Giovanni Toti ha lasciato la Commissione bilancio per raggiungere Borghetto Vara, dove assieme ad Anas ha effettuato un sopralluogo presso i nuovi ponti sul Pogliaschina, tenendo poi una conferenza stampa dedicata agli investimenti in Liguria della società ministeriale. Una fuoriuscita che ha mandato su tutte le furie le opposizioni.

"Un atteggiamento inaudito, vergognoso, che dimostra il grado di rispetto che il presidente della Regione ha nei confronti dell’istituzione che presiede e dei cittadini liguri" e "l’ennesima conferma che siamo in mano a una Giunta irresponsabile, troppo presa dalle proprie vicende interne per occuparsi dei temi che interessano davvero alla nostra regione", secondo il Movimento cinque stelle.
Secondo Pd e Rete a sinistra-Liberamente Liguria "l’atteggiamento del presidente Toti e della maggioranza nei confronti dell’opposizione è inaccettabile. Prima è stato completamente modificato il programma dei Consigli regionali per l’approvazione della Legge di Stabilità, riducendo il numero delle sedute (in pratica si lavora meno) e poi il governatore si è presentato con un bilancio del tutto stravolto, dopo che le opposizioni avevano denunciato i 5 milioni di euro che erano stati stanziati dal centrodestra per finanziare il referendum sull’autonomia. Grazie alla battaglia avviata dal Pd e sostenuta da Rete a Sinistra – Liberamente Liguria quella cambiale pagata alla Lega e al Movimento 5 Stelle è stata stracciata e i soldi risparmiati sono stati spostati su poste di bilancio molto più importanti come il sostegno ai disabili e il tpl. Purtroppo, però, sempre il presidente Toti, che è anche assessore al Bilancio, ci ha negato le audizioni con le parti sociali su queste modifiche alla Legge e, questa mattina, dopo averci redarguito per il nostro atteggiamento, ha abbandonato la discussione anzitempo per andare a inaugurare i ponti di Borghetto Vara, due opere di cui la sua Giunta non alcun merito, perché progettate e finanziate dall’amministrazione regionale di centrodinistra. Siamo di fronte a un’arroganza senza eguali". E i Dem hanno rincarato dichiarando che "se Toti non riesce a fare l’assessore al bilancio perché ha troppi impegni come presidente della giunta lasci le deleghe".

"Irresponsabile è l’atteggiamento delle opposizioni, che nascondo mancanza di idee e di proposte con la fuga o con gazzarre ostruzionistiche", ha replicato Toti, sostenendo "di aver illustrato in due diverse sedute della commission, la manovra nel suo complesso e tutti gli emendamenti della Giunta" e di essersi assentato "per impegni istituzionali, lasciando in commissione, come naturale, l' assessore che, come dovrebbero sapere le opposizioni, ha la delega ai rapporti con il consiglio regionale". E il capogruppo leghista Alessandro Piana ha affermato: "Altro che irresponsabile, inaudito e vergognoso come sostengono le opposizioni. Il Presidente Giovanni Toti ha sempre dimostrato di essere un amministratore serio e attento ai problemi dei cittadini e del territorio".

"Toti vuole parlare di temi? Benissimo - ha ribattuto Alice Salvatore, capogruppo pentastellata -. Accolga i nostri emendamenti che intervengono con buon senso e in maniera sostanziale sul suo Disegno di legge 182 collegato alla Legge di Stabilità. Dimostri di voler davvero mettere al centro del Bilancio 2018 la lotta alla diseguaglianze in Liguria approvando il nostro emendamento che equipara realmente – e non solo a parole – la tutela legale dei direttori generali socio-sanitari a quella di tutti i dirigenti regionali in caso di provvedimenti legali a loro carico. L’articolo 20 proposto da Toti e Viale nel Disegno di legge è un privilegio di casta creato ad hoc per la dirigenza sanitaria lumbard. Oltre ad aver foraggiato quella sfilza di nuove nomine volute dalla Giunta Toti, ora ai cittadini liguri viene chiesto persino di pagargli i procedimenti legali? Sono queste le idee, i temi, i contenuti tanto sbandierati da Toti?".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News