Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Settembre - ore 21.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Scuole, Melis: "Squilibrio evidente a favore delle scuole private"

Scuole, Melis: "Squilibrio evidente a favore delle scuole private"

Liguria - “Nella seduta consiliare dello scorso 21 aprile, la maggioranza si schierò apertamente a favore del sistema scolastico privato: la Giunta Toti infatti decise di destinare alle scuole private il 40% delle risorse a disposizione. Le cifre però ci dicono chiaramente che nelle scuole paritarie private è iscritto solamente il 10% degli studenti liguri. Era ed è un evidente squilibrio, cui però la maggioranza non volle porre rimedio andando dritta per la propria strada: ribadiamo con forza che la maggior parte delle risorse debbano andare all'ampia platea degli scolari delle scuole pubbliche liguri, che a oggi pesano per il 90% delle iscrizioni”, dichiara il vicecapogruppo e candidato alle Regionali 2020 Andrea Melis.

Che poi continua: “Giustamente lo squilibrio indigna e ora, con una petizione, protestano molti docenti e tantissimi genitori: raccolte infatti oltre 1000 firme in meno di 24 ore contro il finanziamento annunciato di 2,8 milioni di euro alla scuola paritaria. I regali alle private non sono una novità di questa Giunta: già nel 2015, come suo primo atto, l'assessore competente sbloccò 6 milioni di euro in favore delle private paritarie e, soltanto pochi mesi dopo, in fase di bilancio di fine 2015, la maggioranza, con una specifica mozione, chiese per esse l'accesso ai benefici e alle opportunità previste dalla legge 107/2015. Doppio regalo”.

“Ne va da sé che quando è necessario occorre garantire un sostegno mirato anche al settore delle scuole paritarie, ma la priorità devono essere le scuole pubbliche e i numeri parlano chiaro: la stragrande maggioranza dei nostri ragazzi frequenta le scuole pubbliche e quei 2,8 milioni di euro promessi alle private con la solita politica iniqua di Toti basterebbero, ad esempio, come giustamente sottolineano docenti e famiglie, per dare a ben 25mila studenti liguri i libri di testo gratis per il nuovo anno scolastico”, conclude Melis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News