Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 21.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Scontri alla manifestazione antifascista, questa mattina il rito direttissimo per i fermati

Pd: "Se il giornalista di Repubblica è stato picchiato la colpa è del sindaco Bucci che ha permesso ad un partito fascista di fare un comizio in piazza. A Genova".

Alcuni manifestanti fuori dal Tribunale
Scontri alla manifestazione antifascista, questa mattina il rito direttissimo per i fermati

Liguria - Scontri pesanti tra antifascisti e agenti della Polizia di Stato ieri al presidio contro CasaPound, con picchi di violenza da parte di entrambi i blocchi. Da un lato i manifestanti lanciavano oggetti di varia natura (tra cui anche pietre e bottiglie di vetro), dall'altro gli agenti han risposto coi lacrimogeni - che hanno presto reso l'aria irrespirabile - e, in alcuni casi, anche coi manganelli. I contestatori hanno cercato a più riprese di forzare i blocchi della Polizia per raggiungere piazza Marsala, luogo designato per il comizio del partito di estrema destra: si contano in totale cinque feriti - di cui due Carabinieri e un collega giornalista di Repubblica, unico ospedalizzato - e due fermati, che questa mattina verranno giudicati con rito direttissimo. Alcuni manifestanti da questa mattina fermi ad aspettare sotto il Tribunale l'uscita dei "compagni".

Tutto il Partito Democratico di Genova e della Liguria intanto ha espresso solidarietà al giornalista di Repubblica Stefano Origone, ferito negli scontri di piazza mentre faceva il suo lavoro, documentando la manifestazione di protesta contro il comizio di Casapound. "La responsabilità di quanto accaduto è del sindaco Bucci e della sua maggioranza di centrodestra e cioè di coloro che hanno permesso che un partito che esplicitamente si ispira al fascismo tenesse un comizio in piazza, nel cuore della città di Genova. L'amministrazione comunale ha fatto una precisa scelta politica concedendo questo spazio ai neofascisti e oggi si deve assumere tutte le conseguenze di questa scelta folle e sbagliata, che ha sporcato la storia di Genova, città medaglia d'oro per la Resistenza e ha macchiato la conclusione della campagna elettorale per le europee. Genova sarà sempre antifascista. Non si possono concedere spazi a chi sta al di fuori del solco costituzionale. Scelte come quella fatta dal sindaco e dalla sua Giunta oltre a essere sbagliate in sé, creano tensione e non fanno altro che esasperare gli animi di una città che ha bisogno di coesione e di pensare a costruire il proprio futuro".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News