Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Settembre - ore 19.59

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sanità, Salvatore scrive agli altri candidati: "Le risorse per assumere ci sono, ma sono mal gestite"

Liguria - Cari colleghi candidati,
Il sistema sociosanitario così com’è organizzato non risponde al fabbisogno della cittadinanza. Di certo non è colpa del nostro personale medico, infermieristico o degli operatori socio-sanitari, che con straordinario spirito di abnegazione e professionalità danno il massimo anche in condizioni assai sfavorevoli e talvolta disumane, visti i turni massacranti e l’inadeguata fornitura di apparecchi medici e materiale di protezione.
Tutti abbiamo visto che nell’emergenza sanitaria reale solo il servizio pubblico può aiutare i cittadini. E’ ormai evidente. E lo sarà sempre.
Il principale problema da risolvere quindi è poter assumere il personale necessario per sgravare coloro che oggi danno il massimo e avere le risorse necessarie per poter acquistare tutta la strumentazione e i DPI.
La soluzione c’è.
Per poter assumere servono fondi, servono risorse. Le risorse già ci sono. Ma sono mal gestite. Ciò che blocca e disperde le nostre risorse economiche sociosanitarie sono le esternalizzazioni dei servizi, ausiliari e non, e il costante ricorso al privato convenzionato.
Questo meccanismo di esternalizzazione e privatiz-zazione dei servizi è l’origine e il principale motivo dello spreco di risorse!
Il motivo è semplice. È evidente che un servizio che si fonda sulla logica del profitto (privato convenzio-nato) anziché su quella del servizio (pubblico) abbia una differente scala di priorità e quindi debba predi-ligere sistemi per aumentare il guadagno e non per aumentare lo stato di salute della popolazione.
Si tratta anche di un banale fatto di numeri. Con il privato convenzionato il pubblico è infatti tenuto a so-stenere costi aggiuntivi rispetto all’erogazione del servizio diretto, cioè interno alle ASL. Perché al privato convenzionato la Regione deve pagare anche i costi di gestione, oltre a quelli ovvi di prestazione, costi di gestione di cui non dovrebbe invece farsi carico quando il servizio è diretto, cioè pubblico.
I bilanci regionali, quelli degli ospedali liguri, quelli delle ASL e di tutti gli organi sociosanitari mostrano come le spese sanitarie siano in realtà cresciute a dismisura da quando Regione Liguria ha iniziato a esternalizzare i servizi, dalle case di riposo per anziani, alle mense ospedaliere, ai servizi sociosanitari in genere; e ad appoggiarsi a strutture e realtà convenzionate. I costi sono aumentati, costringendo quindi, per far tornare i conti a fare economia sul personale e quindi sul servizio. La sanità così non funziona, e sovente pare che il servizio pubblico sia trascurato e abbandonato a se stesso per “giustificare” ai cittadi-ni nuove e ulteriori scelte di privatizzazione ed esternalizzazione dei servizi.
Non ha nessun senso aver esternalizzato i servizi o appoggiarsi a privati convenzionati, perché sia il servi-zio sia il risparmio sono maggiori e migliori quando invece la sanità è a gestione interamente pubblica.
Le risorse vanno investite nel pubblico per farlo funzionare al meglio, il personale che proviene dalle esternalizzazioni e dal privato convenzionato va progressivamente riassorbito nel pubblico e vanno fatte ex novo le assunzioni di tutto il personale ancora mancante, perché solo quello dei privati e dei servizi esternalizzati comunque non basterebbe.
Chiedo dunque ai colleghi candidati se alla luce di questi fatti intendono aderire su questo punto al pro-gramma del Buonsenso, che vuole reinternalizzare tutti i servizi sociosanitari, ausiliari e non, e ripubblicizzare ogni realtà legata all’erogazione del servizio sociosanitario pubblico regionale. Operando così un vero risparmio e un salto qualitativo essenziale.

Alice Salvatore
Il Buonsenso

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News