Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Febbraio - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rigenerazione urbana: consiglio compatto, eccezione Cinque stelle

Via libera al Disegno di legge proposto dall'assessore Marco Scajola. Tra i temi anche il recupero agricolo.

Rigenerazione urbana: consiglio compatto, eccezione Cinque stelle

Liguria - Con 24 voti a favore (Maggioranza di centro destra, Pd, Rete a sinistra&liberaMENTE Liguria e Liguri con Paita) e 5 astenuti (Mov5Stelle) è stato approvato il Disegno di legge 211: Disposizioni per la rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo. Il provvedimento si pone l’obbiettivo di rigenerare il patrimonio edilizio soddisfacendo la domanda di rinnovamento strutturale, tecnologico-energetico e architettonico del patrimonio edilizio esistente. Attualmente in Liguria, infatti, non è presente una normativa specifica che favorisca ed incentivi questa attività di pianificazione urbanistica e gli interventi necessari. Lo stesso provvedimento affronta anche il problema legato al calo delle aree agricole e alla crescita delle aree boscate. In particolare il disegno di legge affida ai Comuni il compito di individuare gli ambiti che richiedono interventi di rigenerazione urbana, in quanto caratterizzati dalla presenza di degrado, e interventi di recupero del territorio agricolo, in quanto caratterizzati dalla presenza di terre agricole abbandonate e di agglomerati edilizi e borghi in contesti agricoli abbandonati o degradati, e di approvare i progetti ammessi. Il provvedimento affida ai Comuni anche il compito di stabilire le regole per consentire all’iniziativa pubblica o privata la proposta e la realizzazione degli interventi e di approvare i progetti. Il disegno di legge mette a disposizione dei Comuni modalità di intervento più efficaci, semplici e rapide rispetto a quelle ordinarie, senza far venire meno le necessarie garanzie di pubblicità e trasparenza e il rispetto della disciplina del PTCP ed in generale della vigente pianificazione territoriale regionale. Il provvedimento stanzia risorse, pari a 700 mila euro, a favore di progettazioni e interventi di rigenerazione urbana. Il Consiglio regionale entro il luglio prossimo valuterà l’attuazione della legge e i risultati conseguiti.
Approvati tutto gli emendamenti presentati dal Partito democratico e della giunta.
Giovanni De Paoli (Lega Nord Liguria-Salvini) ha illustrato la relazione di maggioranza, Marco De Ferrari (Mov5Stelle) e Luca Garibaldi (Pd) hanno illustrato le rispettive relazioni di minoranza.
Nel dibattito e nelle votazioni dei singoli articoli sono intervenuti Andrea Melis e Gabriele Pisani del Mov5Stelle, Claudio Muzio (FI), Giovanni Lunardon (Pd, Andrea Costa (Liguria Popolare-Noi con l’Italia), Giovanni Boitano (Liguri con Paita), Gianni Pastorino e Francesco Battistini di Rete a Sinistra&liberaMENTE Liguria
L’assessore all’urbanistica Marco Scajola è intervenuto alla fine del dibattito annunciando parere favorevole agli emendamenti presentati dal Pd. E’ intervenuto anche l’assessore all’agricoltura Stefano Mai.

“Sono soddisfatto della votazione con voto pressoché unanime dell’aula con la sola astensione dei consiglieri del M5S, a dimostrazione del buon lavoro fatto in sede di commissione con le categorie e gli Enti locali – ha detto al termine della votazione l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola - Questa norma si inserisce in un percorso di semplificazione che stiamo portando avanti da tre anni e consentirà ai Comuni, specie quelli medio-piccoli, di agire puntualmente sulle aree dove maggiore è il degrado e l’abbandono. La legge è stata preceduta da un’ampia consultazione con le categorie, i professionisti e gli Enti locali: il confronto è servito a raccogliere indicazioni e proposte per dare vita ad un provvedimento che nasce dal basso, dalle esigenze di chi il territorio lo vive, dagli amministratori ai pianificatori, dalle categorie della produzione alle associazioni di cittadini. Oltre alle semplificazioni previste dalla norma - continua Scajola - abbiamo voluto dotare la legge di un fondo per dare maggiore slancio ad un’azione che consideriamo fondamentale per riqualificare un territorio bellissimo ma spesso difficile.”

"I numeri - prosegue la nota diffusa dall'assessore Scajola - raccontano una realtà particolarmente difficile in Liguria: oltre il 40% delle circa 450 mila abitazioni presenti in regione risalgono al periodo tra il 1946 ed il 1971. Un’edilizia di scarsa qualità che rappresenta una quota significativa delle aree periferiche delle città e dei paesi con carenze che riguardano l’accessibilità, la qualità degli edifici, creando problemi di sicurezza sia ambientali sia di degrado sociale. Nel frattempo la superficie occupata dal bosco è cresciuta ad un ritmo elevatissimo, passando dal 54% della superficie regionale nel 1986 al 75% nel 2012".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News