Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 22.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Renzi si dimette da segretario Pd

L'ex premier lascia la guida del Partito democratico: "Ora farò il senatore".

CAPOLINEA
Renzi si dimette da segretario Pd

Liguria - "E' ovvio che io lasci la segreteria del Partito democratico dopo questo risultato e come previsto dallo Statuto ho chiesto al presidente Pd Matteo Orfini di convocare l'assemblea nazionale per aprire la fase congressuale". Lo ha dichiarato alle 18.20 in conferenza stampa il leader Pd Matteo Renzi. Le sue dimissioni si concretizzeranno "al termine della fase di insediamento del nuovo Parlamento e del nuovo governo". Perché questa tempistica? Tra le ragioni, la volontà di scongiurare un accordo di governo "con gli estremisti. No al governo con gli estremisti, lo abbiamo detto più volte in campagna elettorale. E' un impegno politico e morale di cui voglio essere garante". Che farà Renzi? "Il senatore semplice di Firenze, Scandicci, Impruneta".

Renzi ha fissato tre 'No'. "Agli inciuci; ai caminetti di chi pensa che il Pd possa essere un luogo di confronto solo tra gruppi dirigenti, quando invece sono elementi costuitenti del Pd le primarie e il confronto con l'esterno; a ogni forma di estremismo".

Ancora uno sguardo al partito: "Non credo possa essere evitato un confronto vero dentro il Pd su quanto è accaduto in questa campagna, in questi mesi, in questi anni. Noi siamo un partito democratico, abbiamo fatto tanti congressi, è il caso di farne uno serio e risolutivo. Non un congresso che si apre e che non finisce mai, ma un congresso che a un certo punto permette alla leadership di fare ciò per cui è stata eletta. Non un reggente scelto da un caminetto ma un segretario scelto dalle primarie. No ai caminetti: lo dico con rispetto e amicizia ai dirigenti Pd. Non un reggente scelto da un caminetto. Ma un segretario eletto dalle primarie".

Non è mancata una riflessione sul referendum del 4 dicembre 2016: "Chi oggi non ha i numeri per governare è vittima delle sue contestazioni al tentativo di semplificazione istituzionale di un anno e mezzo fa". Rammarico, inoltre, per non aver votato 'in sincrono', nel 2017, con Paesi come Olanda, Francia e Germania, occasione che, per l'ormai ex segretario, avrebbe permesso di fare una campagna "centrata sulle questioni dell'appartenenza europea. Un'opportunità che non abbiamo colto. In questa campagna siamo stati fin troppo tecnici, non abbiamo mostrato finto in fondo l'anima delle cose fatte e che avremmo voluto fare". Renzi ha evidenziato anche il dato di "un vento estremista che nel 2014 siamo riusciti a fermare e anzi in qualche modo a incanalare a nostro sostegno e che questa volta invece non siamo riusciti a bloccare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News