Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Settembre - ore 13.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Regionali Liguria, testa a testa Bandiera-Sansa

Il direttore dell'Aism sarà proposto oggi dalla direzione regionale del Pd agli alleati di coalizione, se non ci sarà convergenza si andrà sul giornalista del Fatto.

ultima riunione di coalizione
Regionali Liguria, testa a testa Bandiera-Sansa

Liguria - Alla fine il terzo gode? Così parrebbe ma non è finita. Non sarà certamente Aristide Massardo, almeno come candidato unico della coalizione del centro sinistra e del Movimento Cinque Stelle, a giocarsi la difficile partita delle regionali ma uno fra Paolo Bandiera nato a Roma 51 anni fa, avvocato, attualmente direttore Affari Generali dell'Aism, l'Associazione italiana Sclerosi Multipla e Ferruccio Sansa, giornalista del Fatto Quotidiano e figlio dell'ex sindaco di Genova. Quello dell'avvocato è il nome uscito dalla direzione regionale del Partito Democratico che oggi proporrà questa soluzione al tavolo della coalizione, nel corso di quella che dovrebbe essere l’ultima e definitiva riunione di coalizione, alla quale saranno presenti tutti i soggetti in campo, M5s, la sinistra di Campo progressista e Italia Viva. Ci penserà il segretario del Pd ligure Simone Farello a tentare questa via ma non è detto che alla fine ci stiano tutti, anche se l'ipotesi Sansa portava già con sè l'esclusione di Italia Viva che, attraverso le parole di Renzi, aveva chiarito che mai avrebbe sostenuto la candidatura del giornalista del Fatto Quotidiano. Di certo c'è che Massardo è fuori dai giochi tuttavia sembra non voler rinunciare alla candidatura, almeno stando alle sue ultime uscite pubbliche nelle quali non si sarebbe detto disposto ad accordi con la coalizione che non lo ha voluto candidare. Se Bandiera sarà accettato da tutte le forze della promessa alleanza, quindi con Italia Viva, sarà lui a giocarsela contro Giovanni Toti, viceversa si andrà sul giornalista, senza ovviamente il sostegno del partito di Renzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News