Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Referendum autonomia: frecce diverse, ma il bersaglio è sempre Toti

Referendum autonomia: frecce diverse, ma il bersaglio è sempre Toti

Liguria - "Retromarcia totale di Toti sul referendum autonomista e schiaffo a Rixi e alla Lega, dopo la denuncia del Partito Democratico. Oggi in commissione, durante la relazione sul bilancio il governatore ha detto che sposterà i 5,3 milioni di euro che, in un primo momento aveva stanziato per finanziare il referendum autonomista, su altri capitoli di spesa come il trasporto per i disabili, le gravi disabilità e, in parte, per riparare ai danni subiti dai Comuni liguri a causa del maltempo degli ultimi giorni. Inoltre Toti ha dato la propria disponibilità a discutere esattamente gli emendamenti proposti dal Partito Democratico, rinviando la pratica alla commissione che si riunirà lunedì prossimo". Lo si legge in una nota diramata oggi dal gruppo regionale del Partito democratico. "Una grande vittoria del Gruppo Pd che è riuscito, con la sua denuncia, a bloccare lo sperpero di denaro pubblico a dirottare le risorse che la maggioranza voleva impiegare in un referendum inutile su interventi per risolvere i veri problemi dei cittadini liguri", commentano Paita e soci.

Anche il Movimento cinque stelle va all'attacco di Toti sul tema del referendum per l'autonomia, ma con argomenti differenti. "Ormai è evidente. Quando si parla di referendum per l’autonomia, Toti non ne azzecca una. Da mesi vorticosamente continua a cambiare posizione e idea a seconda di dove tira il vento o tirato per la giacchetta da Lega e Pd. A fine agosto ha aperto all’ipotesi di un referendum in Liguria, sulla scia di Lombardia e Veneto, salvo poi rimangiarsi tutto pochi giorni dopo proponendo, insieme al governatore dell’Emilia-Romagna Bonaccini, la via del dialogo con il governo. Un balletto proseguito anche nei mesi successivi, tra improvvise aperture al referendum e altrettanto brusche retromarce. Noi, come M5S, siamo sempre stati chiari e coerenti, presentando per primi in Regione la proposta per indire un referendum per l’Autonomia in Liguria. Ci attenderemmo da Toti altrettanta chiarezza e coerenza. Perché il governatore ha così paura del parere dei cittadini? Perché ha così disprezzo per l’opinione della cittadinanza? Quando i cittadini sono chiamati ad esprimere il proprio parere su questioni che gli interessano così da vicino, è sempre una cosa positiva. Noi chiediamo la massima trasparenza su un percorso così importante e delicato come quello dell’autonomia: a cominciare dai 5 milioni di euro stanziati per il referendum e poi smentiti da Toti, che conferma di essere in totale confusione e in balia di una Lega che è, ormai, a tutti gli effetti padrona di De Ferrari. Toti esca per una volta dalle stanze del potere, lasci perdere gli intrallazzi da vecchia politica, dica una volta per tutte cosa vuol fare da grande e, come chiediamo da mesi, dia la parola ai suoi datori di lavoro: i cittadini liguri". Lo dichiarano Fabio Tosi e Alice Salvatore, portavoce MoVimento 5 Stelle Liguria.

In merito è intervenuto anche l'ex pentastellato Francesco Battistini. "La Lega Nord e il Movimento cinque stelle - ha scrito su Facebook il consigliere regionale di Rete a sinistra/Liberamente Liguria - volevano inserire nel Bilancio 2018 della Regione Liguria circa 5,3 milioni di euro per varare il Referendum di consultazione sull’Autonomia della regione. Oggi il Presidente Toti dopo esser stato sorpreso sul bilancio ha fatto retromarcia. Questi 5,3 milioni di euro saranno stornati. Noi abbiamo delle proposte perché i disabili, il mondo del soccorso e della Protezione civile, i rischi ambientali e i danni territoriali devono avere la priorità. Chi vuol spendere cifre da capogiro per propaganda sterile lo fa sapendo di danneggiare la comunità perché sottrae risorse per rispondere ai suoi bisogni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News