Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Gennaio - ore 09.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pd: "Giro non passa in Liguria". Cavo: "Ce ne faremo una ragione"

Pd: `Giro non passa in Liguria`. Cavo: `Ce ne faremo una ragione`

Liguria - "La Liguria ha smesso di pedalare, sotto tutti i punti di vista. Perché da quando è arrivata la Giunta Toti la nostra regione non solo ha iniziato a perdere terreno sotto il profilo economico – i dati sull’occupazione in calo nel primo semestre del 2016 sono un drammatico campanello d’allarme, frutto di una totale mancanza di investimenti da parte dell’amministrazione - ma è anche stata completamente tagliata fuori per il secondo anno consecutivo dal percorso del Giro d’Italia". Lo dichiarano in una nota i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Pippo Rossetti.

"Questa volta però - proseguono - l’esclusione pesa ancora di più perché quello del prossimo anno è il Giro del centenario e quindi un evento nell’evento, che parte da Alghero e termina a Milano. La Liguria però non verrà toccata neppure da una tappa, a dimostrazione di quanto lo sport stia diventando il settore più penalizzato da questa Giunta.
D’altra parte le risorse praticamente irrisorie stanziate finora dal centrodestra all’impiantistica (800 mila euro in assestamento che sono solo una parziale restituzione di ciò che l’assessore Cavo aveva ereditato dalla Giunta precedente e che però non aveva utilizzato per il fondo di garanzia) e il fatto che in questi ultimi due anni i grandi eventi sportivi ospitati dalla Liguria siano pari a zero, sono un chiaro segnale che all’amministrazione Toti di questi temi non importa assolutamente niente. In poco tempo, sul fronte dello sport (oggi vera e propria cenerentola ligure) siamo passati dalla partenza del Giro d’Italia, dalle finali del Campionato Primavera, dalla Fed Cup Tennis, dal Test Match Rugby e dalla World League Pallanuoto – tutti eventi portati sul territorio ligure dalla Giunta precedente che aveva una visione sportiva a 360 gradi – al nulla più totale. Neppure un piccolo e fugace passaggio nel corso del Giro del centenario".

“Leggo allibita che, in un comunicato, i consiglieri di minoranza Paita e Rossetti sostengono che la Liguria avrebbe smesso di pedalare perché esclusa dal Giro d’Italia del centenario. La verità è che la Liguria pedala eccome ma anzichè sostenere, come ha fatto la precedente amministrazione, manifestazioni come il Giro d’Italia che sono costate 2 milioni di euro, ha incentivato manifestazioni ciclistiche meno esose ma davvero capaci di rivitalizzare il territorio. Una su tutte, abbiamo salvato quel Giro dell’Appennino a cui il Comune di Genova, dello stesso colore politico dei consiglieri Paita e Rossetti, ha voltato le spalle: grazie al sostegno della Regione, è stato possibile riprogrammare l’arrivo della tappa a Chiavari, opzione che ha riscosso un grande successo e verrà ripetuta il prossimo anno”. Così l’assessore regionale allo Sport, Ilaria Cavo, risponde all’attacco dei consiglieri del Pd.
“Se il Giro d’Italia non passerà dalla Liguria - aggiunge l’assessore Cavo - ce ne faremo una ragione, contenti di aver fatto risparmiare cifre astronomiche che il bilancio regionale non può permettersi”. “Paita e Rossetti sono stati evidentemente molto distratti e non si sono accorti – prosegue l’assessore allo Sport - degli altri grandi eventi sportivi ospitati quest’anno nella nostra regione: i mondiali di vela e una competizione internazionale di pugilato a Sanremo, il Giro d’Italia femminile, la Final Six di pallanuoto a Sori, i Campionati italiani di beach volley a Spotorno, senza contare l’impegno, al fianco del Comitato Paralimpico, che ha permesso di assicurare a Genova per il prossimo anno i Campionati europei under 21 paralimpici. Aggiungo che le manifestazioni nazionali che tradizionalmente si svolgono in Liguria (55 quest’anno) hanno ottenuto nel 2016 un finanziamento maggiore rispetto agli anni precedenti”. In tema di impiantistica sportiva, l’assessore Cavo precisa: “Paita e Rossetti mentono sapendo di mentire: da quattro anni la legge 40 sull’impiantistica sportiva non era finanziata. Ora viene rifinanziata con questo assestamento di bilancio con 800mila euro che permettono finalmente di attingere a una graduatoria che in questi ultimi anni veniva redatta e rimaneva lettera morta. Anche il fondo di garanzia ideato e tanto sbandierato da Rossetti era stato finanziato con appena 10mila euro e di fatto non è mai stato operativo. Un proficuo rapporto col credito sportivo ha portato anche all’apertura di un bando destinato ai Comuni per i finanziamenti sull’impiantistica che chiuderà il prossimo 5 dicembre. L’attività di promozione che Regione Liguria ha avviato su un altro bando già chiuso, quello nazionale del Coni, sempre per l’impiantistica, ha permesso di ottenere il finanziamento di 9 progetti liguri.
“oltre che assurdo, l’attacco è intempestivo e pretestuoso – aggiunge l’assessore Cavo - Arriva in un anno in cui la Liguria ha primeggiato a livello nazionale per numero di medaglie vinte tanto a livello olimpico quanto paralimpico. Nella consapevolezza che lo sport deve crescere ed essere promosso soprattutto tra i giovani – conclude - abbiamo deciso di estendere il progetto Cops del Coni (orientamento e promozione sportiva nelle scuole) in tutta la Liguria e di non fermarlo solo a Genova”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure