Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Ottobre - ore 10.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pastorino: "I volontari dei Vigili del fuoco restano senza coordinamento"

Pastorino: `I volontari dei Vigili del fuoco restano senza coordinamento`

Liguria - La giunta regionale non ritiene necessaria una convenzione con i Vigili del Fuoco per potenziare il contrasto agli incendi boschivi che, soprattutto in questo periodo, rappresentano una seria minaccia per l’entroterra ligure. Questo, in sintesi, quanto emerso dalla discussione e dal voto sulla mozione pertinente, presentata ieri in consiglio regionale da Rete a Sinistra. «Il quadro è questo: a causa di una normativa piuttosto incomprensibile, i vigili del fuoco oggi intervengono direttamente sugli incendi boschivi solo se questi mettono a rischio le abitazioni; in tutti gli altri casi agiscono i volontari della AIB coordinati dal Corpo Forestale. Ora il problema è che la Forestale sta per essere soppressa e si crea un vuoto legislativo; quindi, chi coordinerà i volontari? – si domanda il consigliere regionale Gianni Pastorino – Quando un corpo dello stato viene assorbito da un altro, è quasi certo che le sue funzioni si perdano. La convenzione è lo strumento adatto per garantire il passaggio di consegne in un momento così delicato, cioè farsi sì che i Vigili del Fuoco prendano in carico il coordinamento dei volontari nelle attività sul campo. Peraltro ciò consentirebbe di avere 2 squadre operative in più nel genovese, ed 1 in più per ciascuna delle altre province. Questa misura è già stata sperimentata in passato e ha dato buoni frutti; crediamo sia importante riproporla».
Sembra invece che il problema non sia sentito, dalle parti del centrodestra: «è pur vero che negli ultimi anni gli incendi sono diminuiti; ma ancora nel 2015 ci sono stati ben 227 casi che hanno richiesto la mobilitazione dei volontari – commenta Pastorino -; il numero rilevante giustifica l’opportunità di un sistema integrato, come quello istituito dalla convenzione, che assicuri il massimo della prevenzione e alte capacità di intervento. Certo, la convenzione ha un costo».
Da qui la bocciatura. «La maggioranza ha votato contro, ma prima ha cercato giustificazioni: piuttosto che arrampicarsi sugli specchi bastava dicessero che non sono in grado di stanziare i 300mila Euro necessari. Ma non c’è stata neanche la volontà politica di andarli a cercare nelle pieghe del bilancio – conclude Pastorino -. Insomma: a noi sembra che ieri il centrodestra sia andato in totale cortocircuito sui nostri atti. Slowfish ne è il primo esempio, la questione degli incendi boschivi ne è la conferma».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure