Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Gennaio - ore 22.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Paita: "Manovra depressiva, Toti non ha un'idea" | Video

Pastorino: "Sarebbe quindi buona norma fornire precisazioni e risposte in merito alle linee programmatiche del bilancio, su come si intendono raggiungere gli obiettivi delineati in quel documento".

Paita: `Manovra depressiva, Toti non ha un´idea`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/Approvazione-del-bilancio-in-Regione-1045.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

Liguria - “Una manovra depressiva, in un quadro economico ligure in continuo peggioramento”. Così la capogruppo del Pd in Regione Raffaella Paita commenta l’assestamento di bilancio presentato oggi in aula dal centrodestra. “Proviamo a fare un po’ il punto della situazione su quanto aveva promesso Toti un anno e mezzo fa – continua Paita – Si parlava di una rapida risoluzione della questione rifiuti e invece si continua a conferire fuori Liguria. L’unica novità in materia è la nuova tassa Giampedrone. Anche sul trasporto pubblico, settore in cui il governatore aveva promesso una rivoluzione, è rimasto tutto uguale. Per non parlare poi della sanità: non solo non c’è stata alcuna razionalizzazione della spesa, il debito è addirittura aumentato per la prima volta dopo tanti anni, nonostante i fondi statali siano stati incrementati. Infine le partecipate: Toti aveva detto che ci avrebbe messo mano, ma stiamo ancora aspettando anche un solo timido intervento. In poche parole: in questo assestamento non c’è un’idea”.

Anche alla luce degli ultimi dibattiti parlamentari, il dibattito sui tagli ai costi delle spese della politica è sempre di grande attualità. "Un tema, a mio avviso mal posto e usato spesso con modalità demagogiche" - dice il consigliere regionale Pastorino (Rete a Sinistra) - "tutti cavalcano l'argomento ma sfugge ai più che quando si parla di spese della politica spesso si parla di spese necessarie a garanzia del funzionamento dei processi democratici." "Le perplessità sorgono soprattutto quando molte delle riduzioni prospettate riguardano i nostri enti (amministrazioni locali, Regioni...). Se rimango sostanzialmente d'accordo con un taglio degli stipendi dei consiglieri regionali, e ricordo in tal senso che come Rete a Sinistra siamo stati l'unico gruppo consiliare a presentare una proposta di riduzione degli emolumenti, nell'ottica di creare fondi per un aiuto concreto a favore di migliaia di studenti delle scuole superiori liguri, non si riesce però a comprendere come mai non vengano minimante toccati gli stipendi dei parlamentari, e mi riferisco più precisamente a quanto previsto dal disegno di modifica costituzionale voluto dall'attuale Governo". Una riforma, quest'ultima, contrastata dall'attuale giunta regionale. "Almeno apparentemente"- afferma Pastorino - nella pratica quando si ridimensionano gli interventi e si tagliano i fondi ad enti strategici come i parchi (strutture che hanno difeso il territorio e che hanno rappresentato una eccellenza), quando non si fanno investimenti necessari per recuperare il rapporto tra costa ed entroterra (non prevedendo finanziamenti alla Banca della Terra) di fatto si mette già in atto un depotenziamento delle Regioni che va proprio nella direzione prospettata dalla riforma costituzionale". "Sarebbe quindi buona norma fornire precisazioni e risposte in merito alle linee programmatiche del bilancio, su come si intendono raggiungere gli obiettivi delineati in quel documento, anziché trincerarsi dietro una vaghezza che smaschera incoerenza e mancanza di presenza politica, soprattutto sul tema della sanità e sulla sciagurata proposta di acquisto della sede di Piazza De Ferrari della quale, per quanto prestigiosa, nessuno ne sente particolarmente il bisogno. E che avrebbe potuto segnare un significativo e pragmatico punto di discontinuità rispetto alle decisioni della precedente giunta che per dieci anni in quel palazzo ci ha vissuto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

26/10/2016 - Approvazione del bilancio in Regione Liguria, polemiche dall'opposizione


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure