Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 22.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nessun sostegno ai tirocinanti liguri perché non è prevista indennità obbligatoria

Nessun sostegno ai tirocinanti liguri perché non è prevista indennità obbligatoria

Liguria - Misure di sostegno a tirocinanti e stagisti. Anche di questo si è parlato l'altro giorno in consiglio regionale, per mezzo di tre interrogazioni: la prima presentata da Luca Garibaldi (Pd) e sottoscritta dai colleghi del gruppo, la seconda da Giovanni Battista Pastorino (Linea Condivisa), sottoscritta dal collega di gruppo Francesco Battistini, la terza da Claudio Muzio (FI).

Garibaldi ha chiesto alla giunta se ha stanziato, al pari di altre Regioni, un contributo ad hoc a favore degli stagisti che non hanno più avuto l’indennità di tirocinio in seguito all'interruzione dello stesso tirocinio dovuta all’emergenza sanitaria del Covid 19 e di scongiurare che gli studenti possano perdere l’anno scolastico ed i soldi per cause che non dipendono dal loro impegno, dalla loro capacità, dalla loro volontà. I tirocini formativi e di orientamento si rivolgono ai giovani maggiori di 16 anni che hanno conseguito un titolo di studio da non più di 12 mesi, inoccupati e in cerca di occupazione, disoccupati o occupati con contratto di lavoro o di collaborazione a tempo parziale.

Pastorino ha chiesto alla giunta di garantire ai giovani stagisti con indennità di durata superiore alle 160 ore (un mese) un sostegno economico nel solco di quanto già fatto da altre regioni, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Calabria, ed eventuali altre misure, per assicurare un supporto ai giovani rimasti non solo senza rimborsi, ma anche senza tutele, esclusi a tutt’oggi da qualsiasi forma di intervento nazionale e regionale.

Muzio ha chiesto alla giunta quali misure adotterà a tutela e sostegno di coloro che, a causa della sospensione o del mancato riavvio dei tirocini extracurricolari, si ritrovano ancora oggi a non percepire l’indennità di partecipazione. Il consigliere ha rilevato che durante il periodo di svolgimento del tirocinio è corrisposta in favore del tirocinante un’indennità di partecipazione al tirocinio di importo non inferiore a 500 euro lordi mensili, o 400 euro lordi mensili se sommati ad un rimborso spese di valore superiore a euro 100

L’assessore alle politiche del lavoro Gianni Berrino ha spiegato: «I tirocini curriculari non prevedono alcuna forma di indennità obbligatoria, di conseguenza dalla loro interruzione non può derivare un danno economico per i fruitori di tirocinio». Per quanto riguarda i tirocini extracurriculari, Berrino ha illustrato nel dettaglio l’iter dei provvedimenti adottati da Regione durante l’emergenza sanitaria. «Regione ha messo in campo tutte le misure ragionevolmente disponibili per attenuare le ricadute del Coronavirus, garantendo – ha aggiunto - la possibilità di svolgere tirocini con le modalità del lavoro agile e solo una parte di tirocinanti sono rimasti privi di coperture». Berrino ha rilevato che il sostegno economico agli stagisti non costituisce un modello di riferimento a livello nazionale: «Regione Liguria negli anni ha preferito mettere in campo misure per stimolare la creazione di nuove competenze tali da generare nuova occupazione, piuttosto che la concessione di sostegni economici, e nell’emergenza sanitaria si è scelto di destinare le risorse disponibili su nuovi e numerosi progetti che permettano un concreto sviluppo occupazionale». L’assessore ha illustrato, al riguardo, il progetto SmartAttivo, e, con specifico riferimento ai “giovani stagisti”, ha segnalato che è in fase di avvio Nuova Garanzia Giovani in Liguria.

Berrino ha, quindi, illustrato la risposta, per parte di competenza, dell’assessore alla formazione Ilaria Cavo (assente per motivi istituzionali, ndr) in cui si ricorda che la Regione ha approvato una disciplina straordinaria per la gestione dei percorsi di Formazione professionale durante il periodo di emergenza sanitaria in modo da consentire la continuità didattica dell’anno formativo 2019-2020 e garantire il raggiungimento degli obiettivi formativi di sviluppo delle competenze professionali e di base. Questo atto ha consentito agli organismi formativi di organizzare i percorsi in base all’evoluzione della crisi epidemiologica, garantendo una flessibilità di scelta nell’attivazione di differenti soluzioni. La giunta, come alternativa al consueto tirocinio, ha formalizzato la possibilità di attivare project work e moduli integrativi di fine percorso in caso di impossibilità di rientro in stage (tirocinio). Circa la validità dell’anno scolastico, nella relazione Cavo ha ricordato che le decisioni circa la sospensione dell’attività didattica in aula sono state adottate a livello nazionale, con garanzia di validità dell’anno scolastico formativo appena concluso e che il Governo ha immediatamente previsto la validità dell’anno scolastico, in deroga ai normali requisiti, comprendendo anche i percorsi di istruzione e formazione professionale di competenza regionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News