Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Febbraio - ore 00.03

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Nassiriya, Vaccarezza: "Italia fa ancora martiri di serie A e B"

Nassiriya, Vaccarezza: "Italia fa ancora martiri di serie A e B"

Liguria - E' stato approvato stamane durante la seduta del Consiglio Regionale della Liguria l'ordine del giorno presentato dal Capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza e dal Segretario della Presidenza del Consiglio Claudio Muzio per uno spazio dedicato ai caduti di Nassiriya.
Nel documento, viene fatta richiesta ufficiale alla Giunta di attivarsi per intitolare uno spazio all’interno del palazzo della Regione in Piazza De Ferrari alla memoria dei martiri che persero la vita negli attentati di Nassiriya, per onorare gli eroi italiani che sacrificarono le loro vite in nome della pace e della libertà.
"Fra il 12 novembre 2003 e il 27 aprile 2006, durante la guerra in Iraq, si verificarono a Nassiriya due gravissimi attentati contro le Forze Armate italiane che partecipavano alla missione militare denominata Operazione Antica Babilonia - dichiara Angelo Vaccarezza, consigliere regionale di Forza Italia -- La memoria di tutte queste vittime, il loro sacrificio, i loro nomi, meritano di rimanere nella memoria di tutti.
Ventiquattro uomini fra militari e civili che, consci del rischio che ogni giorno si sarebbero trovati ad affrontare, hanno operato una scelta di coraggio e sacrificio.
Questi sono i valori che hanno sempre distinto coloro che scelgono la Divisa come stile di vita, coloro che decidono di servire lo Stato senza far calcolo ma, cresciuti con valore e valori, che al giorno d'oggi, purtroppo non vengono sempre riconosciuti come meritano.
Viviamo in un paese che ancora oggi tende a fare distinzione fra martiri di serie A e di serie B, che divide e da risalto ad alcuni e quasi ignora il rispetto e il ricordo di altre stragi assurde e inconcepibili, che vanno doverosamente ricordate per non lasciare che tutto venga dimenticato, inghiottito dall' oblio dell’indifferenza.
Uomini e Donne in Divisa che con il loro sacrificio, in Patria e all’Estero, in Pace e in Guerra, ci insegnano ogni giorno che la fedeltà, l’amore per il prossimo e il senso del dovere non sono l’espressione di vuote frasi di circostanza.
Legalità e pace sono concetti che non possono essere proclamate solo a parole, ma vanno suffragate con i fatti.
Le vittime di Nassiriya erano soldati di pace. Non hanno portato violenza ma soccorsi umanitari, ordine pubblico, speranza civile.
La loro memoria deve essere, e spero da oggi sarà grazie anche a questo ordine del giorno, la forza per noi di andare avanti per costruire e lasciare alle nuove generazioni una società solida, credibile, giusta e libera.
Il mio ringraziamento va a tutti i Consiglieri che oggi hanno sottoscritto questo documento.
È un segnale importante, restituisce dignità a chi è "andato avanti" e a chi, oggi, difende quei valori di sicurezza e legalità per tutti, anche per coloro che delle loro gesta e del loro operato ne fanno motivo di scherno"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News