Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Maggio - ore 17.44

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

M5S: "Votare no per mantenere la sovranità popolare"

M5S: `Votare no per mantenere la sovranità popolare`

Liguria - "Votare No al referendum costituzionale significa dire No a chi vuole smantellare l'unica vera carta dei diritti esistente; No ai privilegi della casta; No agli inquisiti in Parlamento; No alla finta lotta agli sprechi; No all’annichilimento morale, sociale, e persino lessicale di questo paese."
Lo dicono i portavoce del MoVimento 5 Stelle Liguria, nel giorno del Consiglio monotematico sul referendum costituzionale chiesto e ottenuto dal gruppo pentastellato regionale.
"La schiforma firmata da Renzi, Boschi e Verdini smantellerebbe addirittura 47 articoli della Costituzione: più di quanto ne siano state modificate dal 1948 ad oggi - ricorda il Gruppo M5S - Siamo di fronte a una demolizione controllata dei nostri diritti imposta dalle banche e dalle lobby, che riduce ulteriormente i già precari spazi di democrazia, che toglie ai cittadini la possibilità di votare direttamente i senatori, che allontana ancora di più la gente dalla partecipazione alla vita politica del nostro paese. Un esempio su tutti? La finta abolizione del Senato, che viene mantenuto eccome, ma non sarà più eletto da nessuno. Il tutto per risparmiare meno di 50 degli oltre 500 milioni di euro che ci costa il Senato (meno del 10%), mantenendo intatte le immunità parlamentari."
"Ci dicono che la riforma snellirà la macchina legislativa quando, nella realtà, la renderà solo più contorta e complicata: da un sistema unico di approvazione delle leggi, si passa a 12 sistemi diversi, ognuno più tortuoso e cervellotico dell’altro - proseguono i pentastellati - mentre per le leggi di iniziativa popolare sono state triplicate le firme necessarie, in un momento in cui i cittadini si allontanano dalla politica, disgustati da ruberie e corruzioni di ogni tipo."
"C'è un solo modo per impedire tutto questo - chiudono i Cinque Stelle - Votare No il prossimo 4 dicembre per mantenere la sovranità popolare, le garanzie costituzionali e il diritto di suffragio universale anche per il Senato, unica strada per salvare la democrazia dalle mani delle banche e delle lobby e dei loro referenti al governo."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure