Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Settembre - ore 23.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Linea condivisa: "Sì ad assessorato per gestione fondi europei"

Linea condivisa: "Sì ad assessorato per gestione fondi europei"

Liguria - Da Linea Condivisa pieno supporto alla proposta di Ferruccio Sansa sull’istituzione di un assessorato regionale per la gestione dei Fondi Europei. «Vero: il recovery fund può portare in Liguria svariati miliardi di euro. Il problema è che per adesso i fondi europei sono stati usati solo parzialmente, e spesso in maniera non finalizzata. Inutile avere le risorse se, a monte, la Regione non provvede con un’infrastruttura del tutto funzionale, capace di intercettare le esigenze dei territori e, soprattutto, delle piccole realtà oggi abbandonate a loro stesse –dichiarano il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino e il vicecapogruppo Francesco Battistini -. La Regione deve saper negoziare a livello centrale e comunitario con argomenti concreti, riunire i fondi SIE e FSC in un unicum pienamente complementare, programmare su aree di intervento ben definite con una dimensione finanziaria importante. Ma la questione chiave resta la co-progettazione con gli enti locali, dando priorità alle strategie di area vasta basate sulla qualità e sulla serietà delle proposte. Insomma: l’accesso ai finanziamenti deve essere semplice, realistico e corrispondente alle vocazioni locali, inquadrate in una logica complessiva di sviluppo regionale».

«Come Linea Condivisa lanciamo l’idea di un istituire un fondo di rotazione per gli anticipi, dedicato in particolare ai piccoli comuni: questo è un nodo centrale per affrontare al meglio la partita dei fondi comunitari –spiegano Pastorino e Battistini -.Giusto anche pensare un ufficio centrale, ed eventualmente dei distaccamenti provinciali, che aiutino nella progettazione tutti i soggetti che possono concorrere e beneficiare dei fondi europei. Quindi va anche favorita la sussidiarietà con il terzo settore. Infine, la Regione deve predisporre un “parco-progetti”, frutto della cooperazione con i comuni, le imprese, le associazioni, promuovendo la coprogettazione anche sulle proposte dal basso. Questa, secondo noi, è una buona base per redistribuire le risorse europee sul territorio, rilanciare economia e valorizzare il territorio, sotto il profilo ambientale e urbanistico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News