Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 23.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Legittima difesa, Pastorino: "Brutta figura colossale del centrodestra. Era evitabile"

Legittima difesa, Pastorino: `Brutta figura colossale del centrodestra. Era evitabile`

Liguria - «Purtroppo è il caso di ricordare che “lo avevamo detto”. Purtroppo, certo, perché si è perso tanto tempo e, probabilmente, sono stati spesi soldi pubblici per sostenere una legge che già a prima vista risultava incostituzionale. Come puntualmente confermato dalla suprema corte. Per la verità non l’avevamo detto soltanto noi e gli altri partiti di opposizione, ma anche docenti universitari più che accreditati, il presidente dell’ordine degli avvocati di Genova e i rappresentanti della camera penale. Sorda a tutto, la maggioranza ha tirato dritto per motivi simbolici ed elettorali, riproponendo un testo che era già stato bocciato altre volte, nel caso di altre regioni italiane. Un pasticcio vero e proprio: era chiaro a tutti, soprattutto ai giuristi, che parlando di “eccesso di legittima difesa” si entrava in un ambito assolutamente illegittimo, poiché si ipotizza già il reato. La giustizia fai da te, pur da dimostrare, è un fatto grave su cui lo Stato ha l’ultima parola. Dunque contribuire alle spese legali degli imputati diventa poco giustificabile, se non insostenibile sul piano giuridico. Dispiace notare che la giunta regionale, composta da almeno 2 avvocati di un certo calibro, non abbia saputo valutare in anticipo la situazione che stava creando. Possibile che nessuno abbia constatato l’assurdo giuridico di questa norma?
Esito scontato, insomma. Il verdetto della Consulta, però, evidenzia anche un altro problema che ritorna proprio in questi giorni. Questa maggioranza si ostina a ripetere che “tutto è cambiato”, ma per adesso inanella uno straordinario filotto di provvedimenti incostituzionali, cui si aggiunge una marcata inerzia dei consiglieri nell’attività istituzionale. Di fronte a questi fatti, valgono ben poco le tardive e fragili difese del centrodestra. Perché se è vero che quando si sta in maggioranza si resta, per così dire, sotto “l’ombrello protettivo” della giunta, è altrettanto vero che ogni consigliere dovrebbe essere portatore di istanze dei territori, disagi o difficoltà che chiedono visibilità in consiglio. Il fatto che salti la seduta consiliare della prossima settimana non dimostra affatto una particolare solerzia nel disbrigo delle pratiche, come sostenuto dal presidente Bruzzone. Al contrario dimostra che mancano argomenti da portare al vaglio dell’aula.
In conclusione: una politica che si conferma distante dalla gente e che, come nel caso di questa sentenza, non è neppure in grado di recepire i validi argomenti portati dagli addetti ai lavori. Se avesse provato ad ascoltali, magari il centrodestra avrebbe evitato una brutta figura colossale». Lo dichiara il capogruppo di Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria Gianni Pastorino, commentando la bocciatura da parte della Corte Costituzionale della legge regionale sulla legittima difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure