Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 03 Agosto - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Legge elettorale regionale, le opposizioni: "Centrodestra diviso"

Legge elettorale regionale, le opposizioni: "Centrodestra diviso"

Liguria - Dibattito sulla legge elettorale regionale oggi in Regione, in Commissione. Per il gruppo Pd “anche oggi la discussione sulla legge elettorale regionale è fallita. E ha toccato punte di vero e proprio surrealismo quando Vaccarezza, che si era dimesso dalla presidenza della Commissione competente, ha annunciato di volersi ricandidare alla sua guida facendosi rieleggere nella prossima seduta, in modo da provare la compattezza della maggioranza. Compattezza che però, al momento, pare una chimera. Siamo disponibili a utilizzare i pochi giorni rimasti per arrivare a una nuova legge elettorale, che preveda il superamento del listino tramite un equilibrato premio di maggioranza e l’introduzione della doppia preferenza di genere. Con grande sorpresa, oggi in Commissione, abbiamo appreso che la maggioranza di centrodestra potrebbe arrivare a una sintesi di legge elettorale, che però varrebbe per le elezioni del 2025! Non si è mai vista una cosa del genere. E se non fosse un tema serio saremmo alle comiche finali. Ci pare che, come sempre, la maggioranza abbia prodotto tanto fumo per coprire le proprie difficoltà nel proporre una legge adeguata. Per modificare il sistema elettorale ligure servono 21 voti: il centrodestra viaggia tra i 17 e i 18”, concludono i Dem. Per i consiglieri di Italia Viva Michelucci e Ferrando “quanto accaduto in Commissione affari istituzionali ha dell’incredibile. Abbiamo fatto sì che dopo il ritiro di dimissioni in un vertice di maggioranza lo stesso presidente dimissionario debba un’altra volta ricercare i voti in commissione, come prevede il regolamento, e di fatto le dimissioni non sono state ritirate. La situazione conferma inoltre come la promessa di Toti sulla volontà di una nuova legge elettorale sia stata disattesa, anzi promettono di fare una nuova legge elettorale per la prossima legislatura. Il primo caso di legge elettorale per i posteri in tutta Italia. Ulteriore promessa disattesa dalla maggioranza di centrodestra”.

La capogruppo del Movimento cinque stelle Alice Salvatore in una nota rileva che “l'abolizione del listino (che, se mantenuto, calerebbe dall'alto ben sei consiglieri regionali senza passare per il voto degli elettori!) e l'introduzione delle quote e preferenze di genere (che permetterebbe finalmente un riequilibro della rappresentanza di genere: è sotto gli occhi di tutti che in questa legislatura appena il 10% dei consiglieri è donna!): questi erano e restano gli obiettivi che il MoVimento 5 Stelle si prefiggeva e si prefigge di ottenere. La maggioranza invece che fa? Le bizze, prende tempo e umilia il presidente di Commissione delegittimandolo per le loro beghe di partito. Forza Italia e Lega contro Cambiamo inesistente."

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News