Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Gennaio - ore 12.12

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Regione mette 840mila euro in mano alle scuole private

La Regione mette 840mila euro in mano alle scuole private

Liguria - “Visto il dibattito acceso nelle ultime ore sulle scuole paritarie, Regione Liguria intende fare chiarezza precisando che, dal bilancio di previsione e dalla variazione di bilancio, nel 2017 ha stanziato complessivamente 840mila euro: uno sforzo importante che rivendichiamo perché finalizzato a garantire la piena libertà di scelta delle famiglie nel percorso di studio dei loro figli. Uno sforzo che, a differenza di quanto sostiene il Pd, non è simile a quello sostenuto dalla precedente Giunta di centrosinistra che nel 2014 aveva stanziato 590mila euro: l'incremento voluto da questa giunta è perciò di oltre il 50 per cento. Questo non significa che Regione Liguria sostiene solo le paritarie, a dispetto delle scuole statali: esiste infatti una divisione di competenze, in base alla quale Regione interviene a sostegno delle scuole paritarie perché non sono integralmente sostenute dallo Stato (garantendo libertà di scelta alle famiglie e servizi pubblici essenziali, come nel caso delle sezioni primavera e delle scuole di infanzia, che non sarebbero garantiti se non dal privato. La gestione e organizzazione delle scuole statali è competenza del governo attraverso finanziamenti nazionali. Per la funzione di orientamento e di attuazione di progetti legati alle politiche giovanili l'attenzione di Regione Liguria è massima anche nei confronti delle famiglie che scelgono le scuole statali, dove sono state avviate iniziative rilevanti tra cui, ad esempio, Cantautori nelle scuole, il progetto Sun-Smart use of network o il progetto della scuola digitale, che cuba, da solo, quasi un milione di euro. Non stiamo quindi né al gioco di chi afferma che facciamo quanto si faceva prima né al gioco di chi dice che sosteniamo solo le paritarie”. Così, in una nota, l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione, Ilaria Cavo, replica al Partito Democratico e all’ex assessore Fiorini, che si è espressa attraverso un social network.

In particolare, nel 2017, Regione Liguria ha stanziato: 130mila euro per le sezioni primavera, 210mila euro per le scuole per l’infanzia, 500mila euro per le borse di studio a sostegno delle spese di iscrizione e frequenza. In particolare per le borse di studio per le spese di iscrizione e frequenza scolastica, Regione Liguria ha stanziato quest’anno 500mila euro e, grazie all’approvazione di nuovi criteri per l’assegnazione delle borse, all’aumento delle soglie massime di Isee (da 30mila a 50mila euro) e delle quote di rimborso, già nel 2016 è raddoppiato il numero di famiglie che ha ottenuto la borsa di studio. “Rivendichiamo lo sforzo importante fatto per le paritarie - aggiunge l’assessore Cavo - e riteniamo che sia una scelta doverosa, per andare incontro alle esigenze delle famiglie che devono poter scegliere liberamente se iscrivere i figli alla statale o alla paritaria, che devono avere pari dignità: questo, nell’operato della Giunta, si traduce da un lato nello sforzo massimo nei confronti delle paritarie e, dall’altro, nell’avvio di importanti progetti, realizzati anche per la scuola statale e partendo dalla scuola statale”. “Rilevo - conclude l’assessore Cavo - che nei giorni scorsi un quotidiano on line di stampo cattolico accusava questa Giunta di stanziare risorse insufficienti per le scuole paritarie mentre oggi veniamo accusati esattamente del contrario: posizioni che confermano la bontà delle scelte compiute, in un perfetto equilibrio e nell’esclusivo interesse dei ragazzi e delle famiglie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Quello accaduto a Melara è soltanto l'ultimo di una serie di eventi di stampo neo-fascista accaduti nella provincia spezzina nell'ultimo anno. Credi sia giusto preoccuparsi del clima?


Palladino e Mora in rampa di lancio: quale giocatore dovrebbe fare spazio in lista A?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure