Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Gennaio - ore 10.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il Pci a Toti: "Qualcuno lo fermi"

"La libertà è un'altra cosa"
Il Pci a Toti: "Qualcuno lo fermi"

Liguria - Il presidente Toti si è lasciato andare all’ennesimo, irrispettoso delirio nel suo discorso di ieri condito dai soliti vergognosi attacchi a carattere generazionale bei confronti degli anziani.
“Produci, consuma, crepa"; questo il “succo” delle sue parole. Dimenticatosi di essersi autoproclamato assessore alla sanità della Regione Liguria e non assessore ai balocchi nel Paese dei balocchi, ha, infatti, rivendicato il diritto allo shopping e al gozzoviglio richiedendo, addirittura, aree "bianche" per bisbocciare liberamente.

Come un qualunque “No Mask” da tastiera, ha reclamato un po' di libertà a Natale, e qualche sacrificio in più a Gennaio”; il tutto in piena pandemia, con dati regionali confusi e controversi, con ospedali da campo montati dentro gli ospedali stessi.

Certe parole potrebbero far supporre che sia perfettamente al corrente del possibile pericolo di questa cosiddetta "libertà".

Quando s’invoca il "liberi tutti", infatti, bisognerebbe, almeno, avere pronto un piano B per affrontare efficacemente le eventuali conseguenze.

Invece si parla già di sacrifici, sottintendendo che questo piano non esiste nemmeno in quest’occasione. La libertà è un'altra cosa, Governatore!

La libertà dev’essere costruita, in questo terribile momento di emergenza, soprattutto dalla sicurezza e dal diritto alla salute sul quale l’amministrazione regionale continua, invece, a minimizzare con troppa superficialità.

Inutile aspettarsi un tumulto dall’opposizione, disarmante nella sua inattività da cui non arriva nemmeno un intervento, nemmeno un bisbiglio a salvaguardia della salute pubblica, nessuna proposta che possa rinforzare un sistema sanitario pubblico in affanno da anni e allo stremo da mesi!

In questa situazione, è arrivato il momento di prendere in seria considerazione il commissariamento della Regione Liguria! Un’operazione che andava, probabilmente, portata avanti già mesi fa e, a maggior ragione, va portata avanti adesso. I cittadini liguri non possono continuare a lasciare la loro salute in balia di sconsiderati ed improvvisati.


Luca Stocchi
Partito comunista italiano
Segreteria regionale Liguria
Segretario provinciale Federazione di Genova

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News