Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Gennaio - ore 22.38

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Grillini all'attacco: "Altra truffa semantica da Toti e Cavo"

Grillini all´attacco: `Altra truffa semantica da Toti e Cavo`

Liguria - "Senza ascoltare i lavoratori e senza alcun percorso partecipato, la maggioranza approva l'ennesimo decreto vergogna che cambia i nomi agli enti, aggiungendo costi e poltrone e tagliando servizi, diritti e personale."
Lo dice Marco De Ferrari, portavoce del MoVimento 5 Stelle, intervenendo in Consiglio regionale sul DDL 107 che introduce l'Agenzia regionale per il Lavoro, la Formazione e l'Accreditamento (ALFA), al posto dell'attuale ARSEL.
"Siamo di fronte all'ennesima truffa semantica da parte di Toti e Cavo, che si limitano a giocare coi nomi, senza risolvere nessuno dei cronici problemi che affliggono il mondo della formazione e dello studio in Liguria e in Italia - attacca De Ferrari - In un paese al primo posto come tassazione universitaria (oltre l’88% degli studenti paganti) e all’ultimo per numero di laureati (il 23,9% contro una media europea del 37,9%), Toti compie la solita operazione di maquillage con cui si sovrappone all’attuale management un’ulteriore figura di Direttore generale, affiancata da un Direttore d’Area, facendo lievitare poltrone e costi, a fronte di una contrazione di servizi erogati e del personale. E neppure riesce a garantire l'aumento dei posti letto per studenti, che restano invariati".
Il portavoce pentastellato pone anche l'accento sui 58 lavoratori di precari (circa il 20%) che da anni attendono di essere stabilizzati.
"Parliamo di 58 lavoratori e altrettante famiglie, che non hanno certo bisogno di slogan ma di un vero percorso di stabilizzazione e la garanzia di un turn over di cui nel decreto non c'è traccia. Insomma - conclude De Ferrari - cambiano i nomi, ma non cambia la sostanza: aumentano i costi, diminuiscono i servizi e a rimetterci, come sempre, saranno studenti e cittadini.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure