Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 21.54

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Gagliardi: "Da Toti analisi chiara, da altri solo polemiche". Vaccarezza: "Macroscopica incomprensione"

Il capogruppo di Cambiamo: "L'errore c'è stato: quello di condensare un articolo editato stamani, dove l'argomento incriminato era spiegato e con significato contrario a quello recepito, in poche righe di tweet. E il Pd non si permetta..."

i totiani a difesa del presidente
Gagliardi: "Da Toti analisi chiara, da altri solo polemiche". Vaccarezza: "Macroscopica incomprensione"

Liguria - "Una certa area politica riesce a sollevare polemiche strumentali anche quando c'è da trovare una soluzione per il bene del Paese come in questo momento così delicato". Così in una nota la deputata di Cambiamo! Manuela Gagliardi che difende la liceità delle dichiarazioni a mezzo social del presidente ligure Giovanni Toti: "Il senso delle parole del presidente è chiaro: la sua proposta non è una mortificazione per le persone più anziane come qualcuno vuole far pensare, bensì un'analisi obiettiva sui numeri reali che ci dicono che se tuteliamo e proteggiamo le fasce più deboli evitiamo un'altra chiusura nazionale e un nuovo blocco dell'economia, che l'Italia non si può permettere. Chi deve chiedere scusa non è Toti, ma chi è al governo e chi lo spalleggia per convenienza, che nei mesi di calma non ha fatto nulla per prevenire questa nuova ondata di contagi", conclude.

Sulla identica falsariga Angelo Vaccarezza, coordinatore e capogruppo regionale di "Cambiamo!: "Proverò a spiegare, sperando di non essere frainteso, la macroscopica incomprensione generata dal Tweet pubblicato poche ore fa dallo staff che gestisce la comunicazione del Governatore della Liguria. Una piccola parentesi alla quale tengo particolarmente: conosco personalmente Giovanni Toti, e in quasi 7 anni di frequentazione, non ha mai avuto una parola fuori posto per nessuno. Si arrabbia, certo, come tutti, ma mai è accaduto che abbia insultato e/o denigrato qualcuno. Detto questo: l' errore, è innegabile, c'è stato. Ed è stato quello di condensare un articolo editato stamani, dove l'argomento incriminato era spiegato puntualmente e con significato assolutamente contrario a quello recepito, in poche righe di tweet. Il senso generato da queste sei righe, ovviamente, è stato completamente ribaltato ed è anche umanamente comprensibile che alla lettura, possa venire interpretato nella maniera più sbagliata e davvero anni luce lontana dalle intenzioni originarie.
Proteggere le fasce di età più avanzata limitandone gli orari di uscita fino a che la situazione tornerà alla normalità.
Mantenere la normalità per chi lavora e deve necessariamente spostarsi sui territori. Un articolo che si, è stato pubblicato in maniera sbagliata e di questo il Presidente si è già ampiamente scusato, più di una volta. Ho letto con attenzione e compreso quasi ogni critica: accetto tutto, ma il PD, che dovrebbe avere il buon gusto di tacere. È come se un piromane, dopo aver appiccato un incendio, se la prendesse con i Vigili del Fuoco arrivati dopo, mentre si stanno applicando per spegnerlo. Compagni, si può sbagliare un post, ma non la gestione di un sistema sanitario. Quello che in dieci anni avete rivoltato, distrutto, cancellato. Oggi non potete permettervi di fare i paladini di qualcosa che non avete saputo gestire quando avete avuto la possibilità di farlo. Forse noi oggi, e domani, e dopodomani, continueremo a raccogliere critiche, insulti, processi sommari di chi non crederà a quanto adesso scriviamo. Ma quello che noi continueremo a fare, per tutti, sarà lavorare, senza sosta, per ricostruire dalle ceneri lasciate da voialtri una Liguria diversa. La Liguria di tutti, la Liguria di Toti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News