Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 12.18

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dispersione scolastica al 12 per cento in Liguria, la risposta è la formazione

Dispersione scolastica al 12 per cento in Liguria, la risposta è la formazione

Liguria - Il consigliere regionale Sergio Rossetti (Pd) stamani ha presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dal collega di gruppo Raffaella Paita, in cui ha chiesto alla giunta di contrastare la dispersione scolastica e il fallimento formativo precoce attraverso l’utilizzo del Fondo Sociale Europeo. Rossetti ha ricordato il Piano Giovani, approvato dalla precedente giunta nel 2012, che riguardava anche la prevenzione della dispersione scolastica, e il bando del 2013 per sperimentare nuove forme di “presa in carico” di giovani a rischio di esclusione sociale e abbandono scolastico. Il consigliere ha sottolineato che il Fondo Sociale Europeo 2007 – 2013, 1 milione e 800 mila euro complessivi, era destinato a prevenire la dispersione scolastica e sostenere il successo formativo e che, per la sola Provincia di Genova, il Piano aveva finanziato 5 progetti per 423 giovani di cui 292 presi in carico. «Tuttavia dal 2013 non sono stati più emanati bandi rivolti ai giovani in maniera sistemica con attenzione particolare – ha concluso - al contrasto alla dispersione scolastica utilizzando risorse FSE».

L’assessore alla scuola Ilaria Cavo ha illustrato i dati sulla dispersione: “Europa 2020” prevedeva l’obiettivo di portare il tasso di abbandono scolastico sotto il 10 per cento, l’obiettivo nazionale è il 16 per cento; la Liguria è al 12 per cento. Su Garanzia Giovani, in particolare sul reinserimento dei giovani in percorsi formativi - ha aggiunto Cavo - sono stati stanziati tra il 2015 e il 2018 quasi 7 milioni di euro e sono state le persone coinvolte 782 persone. L’altro target dei giovani, quello che era coinvolto nel Piano giovani, è il target dei più giovani, che toccano le scuole superiori. Su questo Cavo ha illustrato le iniziative assunte a livello nazionale : «È evidente che questo Piano operativo nazionale e questi contributi dati alle scuole si sarebbero sovrapposti con la prosecuzione di un Piano giovani destinato alle scuole, cosa che abbiamo evitato – ha aggiunto - continuando le azioni contro la dispersione sulle varie linee della formazione. Pensiamo ai corsi di formazione professionale che sono definiti l’unico vero baluardo contro la dispersione formativa dei giovanissimi». Cavo ha quindi illustrato nel dettaglio gli interventi sulla formazione professionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure